in ,

Supermercati convenienti: un grande risparmio per le famiglie se si scelgono bene

Un’indagine di Altroconsumo ha evidenziato che se si sceglie il supermercato giusto, dove andare a fare la spesa, si possono risparmiare fino a 3.500 euro annui per famiglia. Il periodo di crisi economica è tale che gli italiani sono sempre più attenti nelle loro abitudini di spesa, con una particolare attenzione ai volantini delle offerte. Anche se per tutto l’anno si è registrata un’inflazione molto bassa, i prezzi non per questo sono uniformi e risulta che può fare la differenza scegliere una catena di distribuzione piuttosto che un’altra.

supermercati scegliere bene per risparmarmiare

Il monitoraggio di Altroconsumo è stato condotto su 909 punti vendita di 68 città italiane. Verona è risultata essere la città più conveniente, che ad esclusione dell’anno 2013, da tempo detiene lo scettro di città, in media, più conveniente d’Italia: ogni famiglia, nella città veneta, spende circa 5.415 euro all’anno, a fronte di una media italiana di 6.356. Il punto vendita più conveniente in Italia si trova a Verona ed è SuperRossetto, seguito da Iperlando di Padova, Auchan di Catania e Iperlando di Treviso. Nella Regione Veneto gli estremi si toccano, visto che, curiosamente, si trovano sia i punti vendita più economici che quelli più cari. Le città più care sono Venezia-Mestre, Bologna, Aosta, Ferrara e Modena, dove la spesa può arrivare a pesare, per una famiglia, ben oltre i 7.000 euro.

Il carrello della spesa oggetto della comparazione è costituito da 546 prodotti di marca, tra quelli più consumati dalle famiglie. I prezzi presentano un forte variabilità tra le catene di distribuzione: la performance migliore, per la seconda volta consecutiva, la detiene i Supermercati U2, insieme ad Aucha, subito dopo, si collocano Iper e Leclerc Conad, seguiti parimenti da Esselunga, Pam, Il Gigante e Ipercoop. Nei hard discount dove si possono acquistare prodotti a marchio commerciale o non di marca il risparmio sulla spesa può arrivare fino al 60%. Tra l’altro i test hanno pure dimostrato che la qualità dei prodotti è abbastanza soddisfacente. In tal modo i discount come Eurospin, Penny Market, Prix Quality e Lidl superano di molto gli ipermercati e i supermercati

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Vacanze a settembre? Trekking “slow” per vivere la bellezza del Piemonte

Lavorare a Disneyland Paris: selezioni in Italia ad ottobre