in ,

Swap party: cos’è e come organizzarne uno

Il maglione che la zia tutti gli anni vi regala non conoscendo i vostri gusti forse potrà trovare una nuova collocazione; ai tempi della crisi e della sharing economy infatti sono nati gli swap party, feste tipicamente anglo-americane durante le quali è possibile scambiarsi abiti e accessori che non si utilizzano per averne in cambio altri che invece potrebbero funzionare per i propri outfit. Come ogni attività di sharing ha regole molto precise da seguire ma, se ben organizzata, può diventare un ottimo modo per risparmiare, per sprecare meno e naturalmente per fare tanto buono shopping a costo zero.

Lo swap party, essendo nato nella New York più “in”, non è semplicemente un mercatino delle pulci. Per prima cosa infatti i capi e gli accessori che si vogliono scambiare devono essere nuovi ma soprattutto di qualità, se firmati da grandi marchi della moda internazionale meglio. Durante lo swap party ogni partecipante potrà portare un numero massimo di capi a ognuno dei quali sarà assegnato un cartellino colorato che ne definisce la qualità: si potranno quindi scambiare oggetti della stessa categoria.

Per organizzare uno swap party, ad oggi il metodo migliore sono i social, attraverso i quali si posso creare eventi e invitare tante persone. Ad ogni modo in Italia è anche nata da poco l’app per iOs Swap Party nella quale si trova una sezione dedicata per organizzare una festa e scambiare abiti e accessori di qualità. Il momento migliore per organizzare uno swap party è certamente il cambio di stagione durante il quale si cercano nuovi abiti e allo stesso tempo si vuole fare spazio nell’armadio. Infine è importante trovare la location giusta, spaziosa e fashion nella quale si dovranno avere camerini per provare i capi che si vogliono scambiare ma anche uno stylist che possa aiutare i partecipanti a scegliere i capi più adatti e un buffet per allietare gli ospiti.

Credit Foto: wrangler / Shutterstock

itinerari prima domenica del mese al museo

Musei gratis domenica 7 febbraio 2016: da Torino a Napoli, 10 itinerari sorprendenti

brindisi arrestato sindaco consales

Brindisi, arrestato il sindaco Cosimo Consales: l’accusa è di corruzione