in

T-Frutta: la prima app che fa guadagnare soldi facendo la spesa

Sta per arrivate T-Frutta, la prima app gratuita(per iOS e Android) che fa guadagnare soldi facendo la spesa. A sviluppare questa app innovativa è stata la Ubiq, azienda fondata nel novembre del 2014 dalla riconversione di uno spin-off nato in seno all’Università di Parma. Per mettere a punto il software di T-Frutta è stato necessario un lavoro ingegneristico di oltre un anno. Al momento l’applicazione è tutelata da un brevetto nazionale, mentre sono in corso le fasi che la porteranno a essere protetta anche fuori dai nostri confini.

Il funzionamento di T-Frutta è semplice: una volta scaricata l’app sullo smartphone o sul tablet, è possibile accedere ad un catalogo di articoli, ognuno dei quali è associato ad un cashback, ossia l’ammontare di denaro che potrà essere accreditato (via bonifico o PayPal) una volta acquistato il prodotto, in qualsiasi negozio venga venduto. Per dimostrare di aver davvero effettuato l’acquisto del prodotto è sufficiente fare una fotografia allo scontrino in tutta la sua lunghezza. T-Frutta, tramite una specifica opzione, è in grado di riconoscere i dati negli scontrini di cassa dei supermercati.

T-Frutta è la prima e per ora unica app che introduce in Italia l’idea di cashback: un diverso modo di fidelizzazione del cliente, che non prevede più buoni sconto o coupon, ma denaro contante, e che fa interagire direttamente consumatori e produttori. T-Frutta può essere utilizzata in tutti i supermercati, ipermercati e discount, per ora solo sul territorio di Milano. Il progetto di Ubiq è ovviamente quello di estendere il funzionamento della app in tutta Italia. La lista delle aziende che hanno già aderito al progetto comprende nomi importanti come San Pellegrino, Grandi Salumifici Italiani (Casa Modena, Senfter), Barilla (Barilla, Voiello, Mulino Bianco) e Ferrero (Nutella, Kinder, Estathé, Ferrero).

pensioni Tito Boeri contro con Cesare Damiano

Riforma pensioni 2015: la proposta di Tito Boeri e quella di Marianna Madia

anna tatangelo sanremo 2016

Anna Tatangelo e Claudio D’Alessio: convivenza in tre