in ,

Tabaccaia uccisa ad Asti, l’autopsia: “Uccisa con 40 coltellate”

Si è concluso nel pomeriggio di oggi, mercoledì 8 luglio, l’esame autoptico sul cadavere di Maria Luisa Fassi, la tabaccaia di Asti massacrata nel suo negozio di corso Volta, sabato mattina. La 54enne sarebbe stata uccisa con un coltello di grandi dimensioni, di quelli usati in cucina: il killer si è accanito su di lei colpendola almeno 40 volte. Le ferite mortali sarebbero state cinque: due ai reni, una al polmone destro e le altre al fegato.

Questo dice l’autopsia eseguita nell’ospedale Cardinal Massaja dal medico legale Rita Celli, secondo quanto trapelato da fonti della Procura di Asti. Intanto le indagini sull’omicidio vanno avanti senza sosta e gli inquirenti al momento non escludono nessuna pista. L’arma del delitto non è stata ancora ritrovata.

Uno l’interrogativo che attanaglia gli investigatori in queste ore: chi e come può essere riuscito a compiere un così efferato delitto in soli 7 minuti, riuscendo a dileguarsi, presumibilmente imbrattato di sangue, senza essere visto da nessuno?

Sandro Pertini settimo Presidente della Repubblica

Sandro Pertini l’8 luglio 1978 fu eletto Presidente della Repubblica, ad oggi il più rimpianto e il più amato

mare e arte vacanza

Vacanze 2015 dove andare in Italia? Ecco come coniugare mare, arte e relax