in ,

Tagli alle gite scolastiche: 6 classi su 10 rinunciano per colpa della crisi

Bruschi tagli alle gite scolastiche di fine anno per le scuole italiane. La crisi economica che imperversa, infatti, si fa sentire in ogni sfera del vivere quotidiano e prende la forma delle rinunce e delle incertezze e lascia spazio alla provvisorietà. Ed è in questo humus di precarietà che diventa impossibile fare programmi a lungo termine, anche quando si tratta di programmare un week end fuori porta o una gita scolastica.Gite scolastiche

Le famiglie italiane non se la sentono di rischiare, e così scelgono di contenere le spese superflue. Sono infatti solo 4 classi su dieci, quest’anno, ad aver programmato la gita scolastica di fine anno, stando a quanto rivela una analisi della Coldiretti fatta sui dati dell’osservatorio sul turismo scolastico del Touring Club Italiano. Anche tra coloro che hanno prenotato, inoltre, uno studente su quattro decide all’ultimo di non partire più. Il calo registrato è di oltre il 10%, con 1,4 milioni di studenti in meno in viaggio. Pare siano proprio i genitori a chiedere preventivamente agli insegnanti di non organizzare uscite extrascolastiche, soprattutto per evitare discriminazioni tra gli studenti meno abbienti che non possono parteciparvi. La Coldiretti mette in luce anche un’altra problematica: i docenti si mostrano sempre meno disponibili a voler accompagnare gli alunni in gita e, alla luce dei recenti fatti di cronaca, sentono il peso di troppe responsabilità.

E per le classi degli istituti scolastici che hanno scelto di partire, il viaggio dura e costa molto meno rispetto al passato. Le scuole superiori di secondo grado scelgono prevalentemente destinazioni estere, quelle di primo grado il territorio nazionale. Molte preferenze sono ricadute nelle fattorie didattiche, moltiplicatesi di recente nelle campagne, luoghi ideali per le gite organizzate di molte scuole primarie.

anticipazioni tv talk

Tv Talk anticipazioni puntata 5 aprile: da Dario Fo all’analisi di Braccialetti Rossi

Che tempo cha fa

Anticipazioni “Che tempo che fa” di domenica 6 aprile