in ,

Tangenti sulle Grandi opere, maxi blitz del Ros: 4 arresti e 50 indagati

C’è stato un maxi blitz dei carabinieri del Ros a Roma e Milano per un presunto giro di tangenti sulle Grandi opere in Toscana. Quattro le persone arrestate, cinquanta quelle iscritte nel registro degli indagati nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura di Firenze sulla gestione illecita degli appalti.

Gli inquirenti impegnati nelle indagini lo hanno definito un “articolato sistema corruttivo” che permeava l’organizzazione delle Grandi opere, in particolare gli appalti riguardanti la Tav e l’Expo e non solo. L’indagine, partita inizialmente dagli appalti per l’Alta velocità nel territorio firentino, si sarebbe successivamente allargata a tutte le tratte Tav più importanti del centro-nord.

I 4 arrestati sono l’ex dirigente del ministero dei Lavori Pubblici, Ercole Incalza, il suo collaboratore Sandro Pacella e gli imprenditori Stefano Perotti e Francesco Cavallo. Tra gli indagati anche politici, anche se non si tratterebbe di nomi di spicco.

 

 

 

OMICIDIO PORDENONE

Caso Yara, Bossetti rigetto scarcerazione: la riflessione della criminologa Bruzzone

Champions League

Juventus News: Allegri prepara la sfida al Borussia Dortmund, difficile il recupero di Pirlo