in

Tanina uccisa dal personal trainer, il marito la difende: “Nessuna relazione con il killer”

Fiumicino, Tanina Momilia, 39enne sposata e madre di due figli, veniva uccisa esattamente una settimana fa. Il suo suo personal trainer l’ha assassinata nella palestra in cui sia lei che il marito e i figli prendevano da lui lezioni di difesa personale. Andrea De Filippis, 56enne ex poliziotto e attualmente istruttore di karate presso la palestra frequentata da Tanina, sita a pochi metri dalla abitazione della la vittima, ha confessato l’efferato delitto scaturito da un movente passionale.

Il reo confesso ha infatti riferito al magistrato di avere ucciso la donna, che era sua amante da circa due anni, colto da raptus perché esasperato dalla donna che avrebbe voluto reso pubblica la loro relazione segreta. “Voleva dire tutto alla mia fidanzata” – ha dichiarato De Filippis – “e non ci ho visto più”. Insomma, Tanina a su dire non avrebbe voluto interrompere la loro relazione, per questo sarebbe stata uccisa. Per le troppe presunte pressioni all’amante. Secondo quanto hanno finora appurato le indagini, l’uomo l’avrebbe prima colpita più volte con un peso da palestra alla testa e poi le avrebbe messo un sacchetto di plastica sul volto per soffocarla. Confermato anche il fatto che l’aggressione verbale subita da Tanina fuori dalla palestra una decina di giorni fa è avvenuta con la fidanzata del personal trainer, gelosa perché probabilmente aveva intuito della loro relazione segreta.

Versione dei fatti completamente respinta da Daniele Scarpati, da sette anni marito di Tanina, con cui stava insieme da 20. “Diceva che voleva troncare la storia con mia moglie e lei non ha voluto. Io penso che non sia vero […] abbiamo aperto casa a un mostro”. L’uomo in sostanza non crede alle parole del killer reo confesso ed ha rilasciato diverse dichiarazioni a mezzo stampa per difendere la memoria della moglie. “Io l’amavo e l’amerò sempre, e anche lei mi amava“, continua a ripetere, distrutto dal dolore, con la voce rotta dal pianto. “Voglio precisare delle cose, visto che mia moglie non c’è più e non si può difendere. L’ho difesa sempre, fino a domenica scorsa. Son venuto qua per difendere la sua memoria”, ha detto ieri a Pomeriggio 5, “Se mia moglie voleva tirar fuori questa relazione… per rovinare lui? Lui è fidanzato, mia moglie ha un marito e due figli. Penso che ci perdeva più lei che lui, no?”. Scarpati ha poi precisato che lui e la moglie cenavano tutte le sere insieme e due volte a settimana pranzavano insieme: “Se una donna e un uomo hanno una relazione di mezza giornata a settimana… fateci un pensiero sopra”, ha detto per confermare i suoi dubbi circa la reale esistenza di una relazione segreta tra la moglie e il suo assassino.

Leggi anche: Tanina uccisa dal personal trainer: l’uomo fa sconvolgente descrizione del delitto

MASSIMO BOSSETTI condanna appello

Massimo Bossetti condannato all’ergastolo anche in Cassazione: le parole inaspettate del suo avvocato (VIDEO)

donna scomparsa a gambolò

Corpo smembrato nel Po, Luciana Fantato: arrivano prime certezze da autopsia