in ,

Tassista stuprata a Roma, Simone Borgese ancora sotto accusa: riconosciuto da minore

Il 5 aprile si aprirà il secondo processo a carico di Simone Borgese, trentenne romano detenuto a Regina Coeli per via della violenza sessuale ai danni della tassista romana, avvenuta l’8 maggio. La minore vittima dello stupro ha riconosciuto Simone Borgese dalle foto pubblicate sui giornali.

Lo stupro per il quale Simone Borgese verrà processato per la seconda volta è avvenuto a giugno dell’anno scorso. La ragazza di 17 anni aveva immediatamente sporto denuncia, ma non era riuscita a fornire molti dettagli: gli inquirenti sapevano che la violenza ai danni della minore era avvenuta in un ascensore, ma la 17enne non era riuscita a fornire l’identikit dell’aggressore. A un anno dal triste episodio, la minore ha riconosciuto Simone Borgese grazie alle foto pubblicate dai media a seguito dello stupro alla tassista romana.

Il processo per lo stupro della minore a carico di Simone Borgese, padre di una bambina di 7 anni, verrà aperto il 5 aprile. Per quanto concerne il caso della violenza sulla tassista romana, invece, Borgese verrà chiamato a difendersi davanti ai giudici della quinta sezione penale.

luisanna messeri

Ricette Luisanna Messeri a La prova del cuoco: mozzarella con carciofi in carrozza

ricette spinacino di vitello castagne

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: spinacino ripieno di castagna