in ,

Tassista violentata a Roma, fermato lo stupratore: ecco la sua confessione

Nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 10 maggio, la polizia ha fermato un uomo le cui generalità risultavano compatibili con l’identikit fornito dalla tassista che venerdì mattina era stata stuprata da un cliente, nei pressi di via Pescina Gagliarda, nel quartiere Aurelio di Roma. Il sospettato, fermato dagli agenti della squadra mobile, è stato interrogato: dopo qualche iniziale esitazione, quasi in lacrime, ha confessato di avere picchiato, stuprato e derubato la tassista 43enne che, quando se l’è trovato davanti per il riconoscimento non ha avuto dubbi ed ha esclamato: “È lui”.

Lo stupratore si chiama Simone Borgese e, rendendosi conto di essere stato ‘incastrato’, ha chiesto di parlare. Lo ha fatto per 4 ore. Ha raccontato tutto, è stato come un fiume in piena: “Stavo aspettando l’autobus che non arrivava. Era un pezzo che stavo lì. Ho visto quel taxi e l’ho fermato. Volevo tornare a casa. Quando siamo arrivati, ho fatto un balzo in avanti con la scusa di controllare il tassametro. Non so cosa mi sia preso. È stato un raptus. Non riesco a spiegarmi quello che ho fatto”.

Queste le sue parole al pm Eugenio Albamonte: “Quando siamo quasi arrivati a casa mia ho detto alla donna di girare per un’altra strada, sapevo che lì c’era un viottolo sterrato. Con la scusa di guardare il tassametro, mi sono sporto in avanti, l’ho colpita, ho scavalcato il sedile e l’ho costretta ad un rapporto orale”. L’uomo è romano, 30 anni, ed avrebbe precedenti penali per furto di carburante. Ha inoltre confessato di avere una denuncia per maltrattamenti in famiglia, lavora saltuariamente come cameriere ed ha una figlia di 7 anni. Ora dovrà rispondere di violenza sessuale, rapina e lesioni.

Kolarov Calciomercato Inter

Calciomercato Inter ultimissime: Kolarov, è sfida con la Juventus

Ecco i 3 tagli ideali per chi ha il viso quadrato

Capelli 2015 tendenze: i 3 tagli ideali per chi ha il viso quadrato