in ,

Tavecchio: nuove dichiarazioni su Antonio Conte e no alla chiusura delle curve per i cori da stadio

Sull’onda della polemica ancora aperta sui calciatori extracomunitari  “mangia banane”, il neo presidente della Figc, Antonio Tavecchio, commenta positivamente la nomina del nuovo ct della nazionale italiana, Antonio Conte, definendolo ” uno shock, uno shock positivo“. Così,  alla vigilia della presentazione ufficiale del nuovo ct, il clima della prima riunione del Consiglio federale pare sereno, nessun accenno è stato fatto alle condizioni contrattuali di Antonio Conte, e l’incontro tra i due si conclude con una formale stretta di mano. Più che un accenno è stato invece fatto sul tema della discriminazione razziale e territoriale dei cori da stadio, questione sulla quale Travecchio sorprende e innova cambiando le regole.

 Tavecchio modifica le regole

Ha infatti modificato gli artt. 11 e 12 del codice di giustizia sportiva che equiparavano la discriminazione razziale a quella territoriale, entrambe integranti un illecito disciplinare, prevedendo ora, in luogo di tale illecito, la responsabilità delle società per insulti di secondo genere, “ma con gradualità e senza chiusura immediata delle curve“, spiega Tavecchio.

La modifica, entra in vigore immediatamente, e stabilisce che non costituisce più comportamento discriminatorio sanzionabile quale illecito disciplinare, la condotta che direttamente o indirettamente comporti offesa, denigrazione o insulto per motivi di origine territoriale. In altre parole, l’art 12, così come modificato, cancella tale offesa come causa di responsabilità oggettiva delle società, e ciò al fine di  “evitare provvedimenti drastici e favorire interventi più ponderati”, ha spiegato il Presidente.

pellegrini e magnini sposi

Europei di nuoto 2014, Filippo Magnini: risultato staffetta 4×100 stile libero

Papa Francesco isis

Papa Francesco: è in corso la terza guerra mondiale