in ,

Teatro dell’Opera di Roma: a Caracalla salta “La Boheme”

“La Boheme”, che era in programma sabato sera a Caracalla, è stata annullata per un nuovo sciopero dell’Orchestra dell’Opera di Roma. La Fondazione Teatro dell’Opera voleva tenere un nuovo incontro sindacale per lunedì 28 luglio e, nel contempo, aveva chiesto la sospensione dello sciopero indetto per domani ma da parte dei sindacati c’è stato un netto rifiuto. Constatato il totale atteggiamento negativo dei due sindacati Fials e Cgil fermamente ostinati a proclamare lo sciopero il Teatro dell’Opera di Roma, per evitare al suo pubblico ulteriori difficoltà ed inutili spostamenti, ha comunicato che lo spettacolo de “La Boheme” in programma per domani sabato 26 luglio non avrà luogo.A Roma La Boheme

A questo punto vien chiarito perché la maggior parte dei componenti dell’orchestra ha messo in atto la protesta. Vengono chiesti concorsi regolari per ampliare l’organico dell’orchestra in modo che si arrivi alle 117 unità concordate anni fa dal Teatro dell’Opera, del Comune di Roma, del Ministero dello Spettacolo e dai Sindacati. Gli orchestrali vogliono solo poter lavorare in condizioni normali, degne di un grande Teatro e vien spiegato che oggi nell’Orchestra il numero dei professori non arriva neanche a 90 e ad ogni nuovo allestimento c’è bisogno di chiamare altri musicisti.

Il segretario generale della Cisl Raffaelle Bonanni, in un’intervista a RaiNews 24, si è dissociato e ha stigmatizzato la protesta dei due sindacati minori che stanno causando la liquidazione del Teatro dell’Opera. Sono sempre i soliti sindacati a giocare allo sfascio, ha sottolineato Bonanni, e loro protesteranno contro questo tipo di sindacalismo.

musei ebraici chiusi attacco terroristico

Norvegia, attacco terroristico: chiusi tutti i musei ebraici

museo Armani presto sorgerà a milano ex ansaldo

Milano: nascerà presto il museo dedicato ad Armani