in ,

Tecno-dipendenza, dilaga la WhatsApp mania: chat usata anche 12 volte l’ora

Ansia sociale ed estroversione, queste le caratteristiche dell’utente-tipo che fa un uso smodato di WhatsApp o comunque di App di ‘instant messaging’. E’ una mania che dilaga e può dare dipendenza, quella di ‘messaggiare’ in continuazione. A rivelarlo uno studio pubblicato sul ‘The Social Science Journal’, condotto da Abdullah Sultan, esperto di comportamento dei consumatori presso l’università del Kuwait.Ansia sociale

Sotto analisi 552 persone, la loro personalità e la frequenza dell’uso di chat e servizi simili. Gli interpellati, ben il 32%, hanno dichiarato di usare una app di messaggistica istantanea addirittura più di 12 volte in un’ora; il 53% ha poi dichiarato di avere una dipendenza da WhatsApp. Meno della metà, infine, ha negato di avere tale abitudine.

Cos’è questa voglia spasmodica di volere interagire h24 con gli altri? E’ forse la forma che prende il bisogno inconscio di riempire vuoti causati da solitudine affettiva? Forse. Ciò che è certo è che si scrive tanto a chi ci sta lontano e si parla poco con chi ci sta accanto. Gli intervistati, tuttavia, hanno giustificato questa loro abitudine con la necessità di contatti sociali, divertimento e informazioni.

Seguici sul nostro canale Telegram

Barcellona: l’addio di Victor Valdes, una vita in Blaugrana

Mercato, Napoli: Benitez cerca il vice Higuain, pronto Pazzini?