in

Perché Telegram app funziona meglio di WhatsApp? È più sicuro e dispone di chat segrete

Come ben sappiamo WhatsApp ha censurato tutti link provenienti Telegram, l’acerrimo nemico di sempre. Qualsiasi tipo di url digitato in chat contenente la parola ‘telegram‘ viene infatti inspiegabilmente censurato dall’applicazione. Inconveniente che però non si verifica, ad esempio, nel caso si scriva l’indirizzo di qualche sito a luci rosse.

->SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA UFFICIALE FACEBOOK: URBAN TECH

Ma qual é il problema di WhatsApp? Perché bloccare tutti i link al sito del nemico? Forse per evitare il confronto diretto con il rivale di sempre? La domanda giusta da porsi in questo caso però è la seguente: Perché Telegram è meglio di WhatsApp? Sì, perché pensandoci bene possiamo  stilare una lista delle cose che si possono fare con Telegram. Eccole:

1Registrazione: Telegram dà la possibilità di registrarsi utilizzando numero di telefono, un nickname da associare al proprio contatto e un link da utilizzare sulla propria pagina per comunicare con amici e colleghi di lavoro. Basterà digitare https://telegram.me/username e si potrà accedere alla propria pagina dedicata all’app.

2Privacy e Chat segrete: gli sviluppatori di Telegram sono talmente sicuri del proprio prodotto che hanno sfidato gli hacker di tutto il mondo a bucare i server e a ottenere dati dai messaggi inviati con l’app; il premio in palio era 300.000 dollari. Ma non solo. Telegram ha ideato anche un nuovo modo di comunicare con l’istant messaging che permette di creare chat segrete con cifratura end-to-end. Il messaggio inviato dal mittente potrà essere letto soltanto dal destinatario senza passaggi intermedi di nessun genere. Sembra quindi che l’applicazione, per ora sia immune da qualsiasi attacco informatico.

3Chat di gruppo dal numero (quasi) infinito di partecipanti: se su WhatsApp il numero di utenti abilitati alle chat di gruppo può arrivare sino a 256 amici, su Telegram si sfiora ai 1000 contatti.  Interessante, no?

4Emoji personalizzate: a differenza di WhatsApp dove bisogna aspettare gli aggiornamenti per usufruire delle nuove faccine, su Telegram basta sfogliare gli Sticker personalizzati, immagini che possono create anche dagli utenti stessi dell’app.

Non male per un’app nata quattro anni più tardi di WhatsApp. Voi cosa ne pensate?

Photo Credit: Twin Design / Shutterstock.com

C'è Posta per te

C’è Posta per te, Roberta Bruzzone e Barbara d’Urso: chi ha diritto di rimanere in televisione?

Serie A Antonelli

Milan – Torino 1-0 highlights, sintesi, video gol Serie A