in ,

Tempesta solare in arrivo: pericolo per satelliti e reti elettriche

In arrivo una nuova tempesta solare, esplosa nella giornata di mercoledì ma che giungerà sulla terra proprio questo sabato, le particelle espulse dalla nostra stella arriveranno quindi sulla Terra ad una velocità di 611,54 chilometri al secondo, pari a 2.09 milioni di chilometri orari. La terrà sarà bombardata solo in superficie da migliaia di miliardi di particelle elettriche. Gli scienziati della Nasa tranquillizzano i più apprensivi dicendo che per gli umani non dovrebbero esserci problemi.

Nello specifico, l’eruzione della massa coronaria è avvenuta alle 5.24 del mattino, ora di Greenwich. L’unico problema che potrà essere riscontrato sarà legato alle comunicazioni radio dovuta ad una tempesta geomagnetica. A confermare la tesi è proprio un ricercatore della Nasa che spiega come queste non possono far male fisicamente agli umani ma possono creare solamente problemi ai satelliti ed agli impianti terrestri.
Aurore-boreali


Secondo la Nasa: “Queste particelle possono scatenare un particolare evento atmosferico chiamato tempesta geomagnetica. Si ha quando viene alterata la magnetosfera terrestre per un periodo di tempo prolungato. Le particelle cambiano la forma dello scudo magnetico del Pianeta generando instabilità”.

Le tempeste di questi giorni probabilmente non saranno le uniche, infatti secondo gli scienziati della Nasa nei prossimi giorni assisteremo ad altre eruzioni simili, visto che il sole si trova nel pieno dell’attività del suo ciclo di 11 anni.

Seguici sul nostro canale Telegram

Adrien Brody

Adrien Brody in compagnia di Naomi Campbell

Curiosità Milan: Balotelli tira una ginocchiata a Poli in allenamento (video)