in

Tendenze estate 2014: pantapareo con bikini, il nuovo trend dalle spiagge di Miami

Spiagge assolate, sabbia finissima, chiringuitos a tutta musica, ragazze bellissime, nightlife da brivido e ristoranti di lusso. Miami è la metropoli americana del relax da spiaggia e della movida festaiola, meta da sogno per gli amanti dei locali e della bella vita, sia americani che europei. Da qualche anno i riflettori del fashion system puntano le luci anche qui, nella floreale e bella Florida, dove il clima mite con temperature che rimangono sempre abbondantemente sopra i 10°, anche d’inverno, permette agli stilisti e ai creativi, soprattutto emergenti, di trarre ispirazione dalla vita da spiaggia per immaginare e realizzare trend sempre nuovi, da lanciare come nuove proposte moda mare anche al di là dell’oceano.
Ecco allora, che alla settimana della moda di Miami fa la sua comparsa il pantapareo abbinato a bikini, nuova tendenza estate 2014, che impazza tra le donne e fa impazzire anche gli uomini, che paiono gradire questo look gitano vedo e non vedo, con la parte superiore coperta solo da un bikini, spesso a fascia legata al collo, e la parte inferiore avvolta da un leggero e fluttuante pareo dalla forma rivisitata in pantalone.
Si tratta di un paio di pantaloni sinuosi, soavi e molto larghi, tanto da sembrare all’apparenza un pareo gonna lunga. I più trendy cono quelli etnici dai colori squillanti abbinati a quelli della terra. Spazio quindi alle fantasie sui toni del verde, viola, blu, marrone, giallo, rosso, turchese, arancione, da abbinare a maxi braccialetti ( i bangles) o collane lunghe stile Brasile. Per un look più elegante si può optare per un pantapareo monocolor abbinato al bikini, anch’esso a tinat unica. Avvistato anche addosso agli uomini in quel di Miami, Rio e in Argentina, questa è decisamente una nuova tendenza must have dell’estate 2014.
 

larrondo barreto

Torino fc news: Europa League, battuto il Brommapojkarna 0-3, play-off a un passo

Pneleope Cruz e marito

Genocidio israeliano, Penelope Cruz: “Non sono un’esperta”