in

Tennis, Us Open 2015: Flavia Pennetta da Brindisi alla conquista di Flushing Meadows

Oggi è il giorno della finale femminile dell’Us Open 2015. E’ un giorno storico per l’Italia, infatti, per la prima volta nella storia saranno due azzurre a contendersi uno dei tornei più importanti nel circuito del Tennis che conta. E’ il giorno che Flavia Pennetta aspettava da una vita, dopo una straordinaria semifinale, stravinta contro la numero 2 del mondo Simona Halep. Di fronte ci sarà l’amica Roberta Vinci, con cui nel lontano 1997 vinse il Trofeo Avvenire e il Roland Garros juniores. Ed è stato proprio un bell’avvenire quello della Pennetta, che dai campi in terra battutta di Brindisi è arrivata a giocarsi la finale degli Us Open 2015.

Gli anni 2000 per la Pennetta sono anni di alti e bassi: tante ottime prestazioni frutto della grande preparazione atletica e dei suoi rovesci taglienti. Le ottime prestazioni sono spesso alternate da fastidiosi infortuni,  come nel 2004 quando vince il primo torneo Wta, a Sopot, viene fermata da un altro infortunio che comunque non le impedisce di mantenere il 38° posto della classifica. Le sue grandi prestazioni la fanno notare in tutto il mondo e la Pennetta scala la classifica Wta fino al decimo posto grazie a una meravigliosa serie di quindici vittorie consecutive.

Il 2011 arriva l’apice della carriera della Pennetta: vince gli Australian Open, in coppia con Gisela Dulko, aggiudicandosi il primo Slam della carriera e diventando così numero uno nella classifica Wta di doppio, classifica tenniste singole, segnando un primato a livello nazionale. E poi l’infortunio al polso, ma la Pennetta è il simbolo del “non mollare mai”, lei che nonostante le numerose cadute è riuscita sempre ad alzare la testa. I quarti a Wimbledon sono il miglior risultato dopo l’infortunio. Senza dimenticare il contributo della Pennetta alla conquista della quarta Fed Cup per l’Italia. Poi arriva la vittoria in doppio a Bastad e la semifinale agli Us Open. La Pennetta, a 31 anni, è in continua ascesa, il 2014: è l’anno del trionfo a Indian Wells, con una meravigliosa vittoria per 6-1 6-2 contro la Radwanska, allora numero 3 del circus. Fin ora non era stato un 2015 indimenticabile per la bella Flavia ma oggi invece è quel giorno che ti può cambiare una stagione, se non addirittura la vita.

tamponamento bergamo

Autostrada A1 traffico: incidente mortale a Piacenza, coda in direzione Milano

tendenze moda 2015, piercing al naso

Tendenze moda 2015, il piercing al naso diventa sempre più virale