in ,

Terremoti in Italia, quali terre a rischio? Le previsioni dell’INGV al 2022

I Terremoti che stanno scuotendo l’Italia nelle ultime settimane non fanno dormire sonni tranquilli agli abitanti dello Stivale. Prima il sisma del 24 agosto scorso che ha provocato vittime e danni senza precedenti; poi le scosse dell’ultima settimana, quelle di mercoledì 26 ottobre e giovedì 27. La terra, dunque, continua a tremare in Italia. E sono i dati dell’INGV a preoccupare. Dopo aver analizzato quali sono le zone più a rischio, sempre secondo la tabella fornita dagli esperti di terremoti, e aver analizzato quale sia la normativa sismica istituita nel 1974, vediamo oggi quali sono i terremoti previsti dall’INGV entro il 2022.

>> TERREMOTO IN CENTRO ITALIA: QUALI SONO LE ULTIME NOTIZIE <<<

 

terremoti-probabilita

 

>>> QUALI SONO LE ZONE A RISCHIO? ECCO GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI <<<

Anzitutto possiamo andare a prendere in esame quali sono le aree a rischio sisma:

  • FRIULI VENEZIA GIULIA: La regione del Nordest Italia ha, secondo i dati INGV, un 28,2% di probabilità di Terremoti.
  • UMBRIA E I MONTI REATINI: Il cuore dell’Italia, la stessa zona colpita nelle ultime ore dal Terremoto in Centro Italia, ha una probabilità pari al 25,6%.
  • APPENNINO CAMPANO/LUCANO: Entro il 2022 la zona della Campania ha un elevato rischio di essere protagonista di eventi sismici. Sempre secondo i dati INGV, infatti, il rischio è pari al 25,6%.
  • ABRUZZO: Dopo il sisma del 2009 l’INGV ha alzato il livello di allerta su questa zona dell’Italia ma, rispetto alle aree prese in esame precedentemente, il rischio di eventi sismici è leggermente inferiore essendo pari al 15%.
  • CALABRIA: L’ultima regione dello Stivale italiano, invece, può avere un rischio ben più elevato e oscilla tra il 14,8% e il 17,6%.

previsioni-terremoti-dettagli

previsioni-terremoti

 

 

 

>>> TERREMOTO IN CENTRO ITALIA: NEWS CON URBANPOST<<<

E ancora, sempre secondo i dati forniti dall’INGV, quali sono le zone a rischio Terremoto entro il 2022? La Campania e le sue aree interne vengono indicate con il codice rosso dagli esperti con un coefficiente pari a 0.2562. Stesso dato fornito durante la stesura di questo report per quanto concerne le aree dell’Umbria, Reatino e Abruzzo Settentrionale. Rischio elevato anche nel Bellunese e in Friuli Venezia Giulia con la probabilità di terremoti entro il 2022 pari a 0.2822; non può dormire sonni tranquilli neanche la Val D’Aosta: l’area che confina con la Svizzera, infatti, ha una probabilità di eventi sismici pari allo 0.1216. Infine, per quanto concerne la Calabria: l’area a rischio è quella di Vibo Valentia con un coefficiente di 0.1760 mentre Cosenza segue a ruota con 0.1488.

E le grandi metropoli italiane? Per quanto concerne l’area del milanese il rischio di avere terremoti entro il 2022 a Milano è davvero basso con una probabilità dello 0.0189. Stesso discorso per Roma: nonostante il Lazio sia stato protagonista nelle ultime settimane di eventi sismici da non sottovalutare, la città Eterna come diretta interessata non dovrebbe correre particolari pericoli. Ricordiamo, comunque, come i terremoti non possano essere previsti con esattezza scientifica né sapere esattamente il giorno e il momento in cui l’evento sismico potrebbe colpire: i dati forniti dall’INGV sono delle previsioni orientative su quali eventi sismologi potranno avvenire in Italia nei entro il 2022.

Diretta Roma-Inter dove vedere in tv e streaming

Dove vedere Roma – Inter: ora diretta tv, streaming gratis e probabili formazioni Supercoppa Primavera

Cosa fare ad Halloween 2016 con bambini, il ragazzo e gli amici

Cosa fare ad Halloween 2016 con i bambini, il ragazzo o gli amici? Eventi e idee in tutta Italia