in ,

Terremoto 5.1 in Corea del Nord: causato da esplosione bomba a idrogeno

La Corea del Nord ha fatto esplodere un ordigno termonucleare che ha provocato un terremoto di magnitudo 5.1 della scala Richter, mettendo in allarme Giappone, Corea del Sud, Gran Bretagna e Stati Uniti, che hanno parlato di “Seria minaccia alla sicurezza mondiale”.

Il sisma si è verificato a 19 km dal Sungjibaegam, dove ha luogo il sito militare per gli esperimenti nucleari voluti dal regime di Pyongyang. La Corea del Nord ha pertanto ribadito che continuerà a rafforzare il suo programma nucleare fino a quando gli Stati Uniti manterranno la loro “posizione di aggressione” e una “politica ostile”.

“Abbiamo fatto esplodere con successo il nostro primo ordigno termonucleare all’idrogeno” – ha fatto sapere attraverso un comunicato il governo nordcoreano – “è il quarto esperimento nucleare negli ultimi cinque anni”. Le autorità hanno pertanto assicurato che agiranno “come uno Stato nucleare responsabile”, promettendo di usare le armi solo nel caso in cui la sua sovranità venisse minacciata e di “non trasferire le sue capacità nucleari ad altri soggetti”.

L’accaduto ha immediatamente allarmato le potenze mondiali, in quanto si teme che il regime di Kim Jong-Un sia anche in possesso di missili balistici. Convocata una riunione d’emergenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, che si riunirà oggi alle 11 a New York per affrontare la delicata questione e discutere in merito alla violazione dei trattati internazionali da parte della Corea del Nord.

Nadal Cincinnati

Tennis, ATP Doha: Nadal ce la fa, Seppi, Bolelli e Lorenzi eliminati

processo yara news

Caso Yara, “Dissequestrate Massimo”: petizione online chiede scarcerazione Bossetti