in ,

Terremoto a Rieti oggi: 21 vittime, si continua a scavare sotto le macerie

Un bilancio destinato tragicamente a salire. Il violento terremoto che questa notte ha devastato il Reatino e altri comuni nel Centro Italia ha provocato finora 21 morti accertati, secondo quanto riferito dall’Ansa: undici di questi nel Lazio, di cui sei ad Accumuli e cinque ad Amatrice, entrambi in provincia di Rieti, e altre dieci vittime nelle Marche a Pescara del Tronto, nel territorio di Ascoli Piceno. Tuttavia sotto le macerie potrebbero esserci ancora molte persone ed è difficile al momento calcolare il numero di dispersi; stamattina l’appello diffuso dall’Ospedale De Lellis di Rieti, dove serve sangue di tutti i gruppi sanguigni.

I danni più gravi si sono verificati ad Amatrice, di cui è stato completamente distrutto il centro principale: “Metà del paese non c’è più”, ha detto il primo cittadino Sergio Pirozzi. A causare la distruzione una scossa di magnitudo 6.0, alle ore 3:36, con epicentro a 4 chilometri di profondità vicino ad Accumoli, a cui è seguita una seconda forte scossa, alle 4:34, con epicentro tra Castelsantangelo sul Nera (Macerata) e Norcia (Perugia). Il terremoto ha svegliato anche l’Abruzzo, da L’Aquila, a Teramo, fino ad arrivare a Pescara, facendo scendere la gente in strada. A crollare anche la parete est del Corno Piccolo sul Gran Sasso.

In Umbria la popolazione è scesa in strada a Norcia, anche se qui non si sono verificati danni materiali.

Foto in apertura: particolare delle macerie, foto scattata durante la visita del presidente della regione Lazio Zingaretti con il Sindaco Pirozzi

terremoto centro italia intervista sindaco rieti

Terremoto in centro Italia news, il sindaco di Rieti a UrbanPost: “Situazione drammatica”

Narcos 2 Netflix, Pablo Escobar è pronto a tornare: ecco il nuovo trailer