in

Terremoto Albania, fortissima scossa colpisce Durazzo: almeno 6 vittime e centinaia di feriti

Una fortissima scossa di terremoto ha colpito nella notte l’Albania: erano le 2.54 ora locale – le 3.54 in Italia – quando è stato registrato il sisma di magnitudo 6.5 vicino Durazzo. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia italiano e del servizio geologico statunitense USGS, il terremoto ha avuto ipocentro a circa 10 km di profondità ed epicentro tra Shijak e Durazzo. Il bilancio delle vittime, inizialmente di due persone, è già rapidamente salito a sei. E probabilmente è destinato tragicamente ad incrementare. I feriti sono almeno 150 e si contano diversi dispersi.

Terremoto Albania: 150 feriti, dispersi sotto le macerie

Decine le repliche avvertite dopo la scossa principale di 6.5 gradi: i media locali riferiscono di numerosi danni agli edifici e persone giunte in ospedale con fratture e altre lesioni. Il primo bilancio di 150 feriti non tiene conto di chi è ancora sotto le macerie: a Durazzo, infatti, un edificio è crollato e diverse persone sono rimaste intrappolate. Le immagini di Syri tv mostrano soccorritori a mani nude mentre scavano tra ciò che resta. Tra le persone decedute, un uomo – a Kurbin – è morto dopo essersi gettato dal balcone per tentare di mettersi in salvo, mentre altre due vittime – secondo il tabloid britannico MailOnline – si temono a Lezha, nel nordovest. Il terremoto in Albania è stato sentito fino alla capitale Tirana, dove la gente è scesa in strada in preda al panico. Ma la scossa è stata avvertita distintamente anche in Puglia e in Basilicata.

Il sisma più forte degli ultimi 30 anni

Secondo il ministero della difesa albanese si tratta della scossa sismica più forte degli ultimi trent’anni. Lo scorso 20 settembre un terremoto di magnitudo 5.6 aveva colpito la stessa zona danneggiando circa 500 edifici: era stato definito il terremoto più forte degli ultimi 30 anni in Albania. L’Istituto sismologico albanese riferisce di circa 50 repliche di magnitudo tra 4.2 e 5.4 seguite alla scossa principale. In diverse città è saltata la corrente e i soccorritori sono al lavoro per segnalazioni di edifici crollati.

Leggi anche —> Il Santo del giorno 26 Novembre: San Leonardo da Porto Maurizio

San Leonardo da porto maurizio

Il Santo del giorno 26 Novembre: San Leonardo da Porto Maurizio

Autostrada A26 riapertura, Genova esce dall’isolamento