in ,

Terremoto centro Italia: 9 scosse nella notte, la più forte di magnitudo 3.0

Notte di paura in centro Italia, dove la terra ha tremato con frequenza e intensità, innescando il panico tra chi, nelle Marche, in Umbria e nel Lazio, dal 24 agosto e 30 ottobre scorsi fa i conti con il dramma del terremoto e ha perso tutto.

Dalla mezzanotte infatti si sono succedute nove scosse, lo rileva l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Dalla mezzanotte di oggi, venerdì 30 dicembre, questi gli eventi sismici rilevati: L’Aquila scossa di magnitudo 2.1 alle ore 1:11, Macerata 2.1 alle 2:36, Perugia 2.0 alle 2:46, Macerata 2.8 alle 3:51, Perugia 2.0 alle 4:00, Perugia 2.0 alle 4:07, Macerata 3.0 alle 6:09, e ancora due scosse a Macerata di magnitudo 2.0 rispettivamente alle ore 6:21 e 6:51.

La scossa più intensa è stata quella di magnitudo 3.0 alle ore 6:09 nella provincia di Macerata: secondo i dati della Sala Sismica di Roma Ingv, il terremoto ha avuto coordinate geografiche (lat, lon) 42.9, 13.16 ed epicentro a 2 chilometri da Castelsantangelo sul Nera, 5 chilometri da Ussita, e 7 da Visso. L’ipocentro è stato rilevato a una profondità di 6 chilometri.

Contratto Scuola 2018

MIBACT: concorsi 2017 per laureati in Giurisprudenza e non solo con Ales

Cesare Battisti la storia

Cesare Battisti, 6 anni dopo il “no” all’estradizione: una vita vissuta sempre sul filo del rasoio