in

Terremoto in Molise: magnitudo 4.7, nessun danno grave solo tanta paura

Non c’è pace per l’Italia. In ginocchio per quanto accaduto stamani a Genova, il Belpaese è costretto a fare i conti con il terremoto. La terra in Molise torna a tremare. E purtroppo nuovamente a fare paura.

Soltanto lo scorso 25 aprile una scossa di magnitudo 4.2 aveva spaventano gli abitanti di Acquaviva Collecroce. Intorno alla mezzanotte la terra si è fatta di nuovo sentire. Una scossa di magnitudo 4.7, di carattere sussultorio, con epicentro tra Montecilfone e Palata, durata 10 interminabili secondi, ha fatto riversare in strada decine e decine di molisani. Una scossa che ha scombussolato un paese già col morale a terra. Ad avvertirla anche buona parte delle regioni adriatiche e la Campania. Poco dopo le 23,48, ora della prima violenta scossa, secondo quanto risulta dai dati Ingv, ne è stata registrata un’altra di minore intensità (2.3 di magnitudo) nella stessa zona, con epicentro a Palata.

Stando ai primi sopralluoghi non ci sarebbero fortunatamente né vittime né feriti. Il sindaco di Palata, Michele Berchicci, ai microfoni dell’ANSA ha dichiarato: «Dal 2002 questa è la scossa più forte che abbiamo sentito, non ho mai visto la gente del mio paese scappare di casa piangendo terrorizzata. Molti di loro questa notte dormiranno in macchina». Panico dunque, ma nessun danno. Invece a «Montecilfone, da una prima ricognizione, sono stati riscontrati lievi danni ad alcuni cornicioni», ha affermato il sindaco Franco Pallotta, precisando di avere contattato l’Enel per il ripristino dell’elettricità, che manca in circa la metà del paese. Resta alta l’allerta per il timore di nuove scosse. Al comando dei vigili del fuoco al momento sono arrivate soltanto telefonate per domandare informazioni, ma nessuna richiesta di soccorso. 

Un ferragosto amaro per il nostro paese. Ci si chiede cosa stia accadendo alla natura e soprattutto si pensa ai tanti italiani che questa notte non dormiranno nelle proprie case.

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Maria De Filippi in vacanza: ecco come si tiene in forma la conduttrice di “Uomini e donne”

Terremoto oggi Reggio Emilia: scossa magnitudo 3.9 a Bagnolo in Piano

Terremoto 14 agosto 2018 a Campobasso: i dettagli della scossa magnitudo 4.7 a Montecilfone