in ,

Terremoto Norcia: teschi umani in cantina rinvenuti durante sopralluoghi nell’area dei crolli

Resti umani – tre teschi, per la precisione – ritrovati in una cantina nel centro storico di Norcia, danneggiata dal violento sisma dell scorso 30 ottobre. A fare il macabro ritrovamento i Vigili del fuoco e i Carabinieri, al lavoro tra i crolli nell’area, interdetta dopo il terremoto perché inagibile. “Ora sarà necessario datare i resti umani e cercare di capire a chi potrebbero
essere appartenuti, anche al fine di stabilire eventuali responsabilità penali”, hanno fatto sapere le forze dell’ordine.

Il macabro ritrovamento è avvenuto durante un sopralluogo per verificare la stabilità strutturale di un edificio sito vicino alla via Anicia, nel centro storico: i tre teschi, in parte scomposti, erano nel seminterrato di un edificio del XVII secolo, molto probabilmente inutilizzato da tempo, una sorta di cantina dove ragnatele e cianfrusaglie nascondevano l’inquietante ‘sorpresa’.

I tre teschi, posti sotto sequestro dalla magistratura, probabilmente sono appartenuti a persone defunte molto tempo fa. I Carabinieri avrebbero già rintracciato il proprietario del locale: si tratterebbe di un anziano signore non residente a Norcia; l’uomo avrebbe detto di avere ereditato quell’immobile, che apparterrebbe alla sua famiglia da diverse generazioni. “Non
ho mai visto quei teschi”, queste le sue parole, “forse il terremoto li ha fatti tornare alla luce”.

braccialetti rossi facebook

Programmi tv 1° Dicembre: Braccialetti Rossi 3 e Zelig celebration

Replica Rocco Schiavone quinta puntata 30 novembre 2016: come vedere il video integrale