in ,

Terremoto, polemica per parole vice ministro Israele: “Sisma in Italia è punizione divina”

Stanno facendo molto discutere le parole pronunciate dal vice ministro israeliano della Cooperazione regionale, Ayoub Kara (Likud), in merito al recente violento terremoto che ha colpito Marche ed Umbria: “Il terremoto in Italia è avvenuto per punizione divina per l’astensione italiana all’Unesco nel voto sulla Città Vecchia di Gerusalemme”.

Polemiche, in Italia e in Israele, per queste parole pronunciate dal Vice Ministro che la sera del 26 ottobre scorso, secondo quanto riferisce il sito di Ynet, si trovava in missione in Vaticano quando c’è stata una delle scosse del terremoto che ha colpito il Centro Italia.

Immediata la presa di distanza di Israele, che ha precisato che “Le parole vice ministro non rappresentano la posizione del nostro Paese”, precisando: “Le parole attribuite al vice ministro Kara non rappresentano assolutamente la posizione dello Stato di Israele e del ministero degli Esteri. Ci sarà un controllo sulla vicenda. Israele ha massima considerazione delle sue importanti e amichevoli relazioni con l’Italia ed è vicino al governo e al popolo italiano per i tragici terremoti che hanno colpito la parte centrale del Paese”, così hanno riferito le fonti dell’ambasciata israeliana a Roma.

Seguici sul nostro canale Telegram

dylan nobel rompe il silenzio

Bob Dylan Nobel, l’artista rompe il lungo silenzio: “Ritirare il premio? Andrò se posso”

29 ottobre, Rino Gaetano avrebbe compiuto 66 anni