in ,

Terremoto, Salaria interrotta dalla ‘Ri-Scossa dei Terremotati’

Nuova protesta da parte dei terremotati, vittime del sisma degli scorsi mesi in Centro Italia. Stamane bloccata la Salaria in più punti all’altezza di Torrita (dove il traffico è stato bloccato per più di un’ora), poco prima dello svincolo per Amatrice, e ad Arquata del Tronto dai manifestanti che hanno dato vita all’iniziativa La ri-scossa dei terremotati, che si svolge in contemporanea in 10 comuni del cratere e a Roma. Oltre ai terremotati del luogo e di Acquasanta Terme ci sono delegazioni di Castelluccio, Cascia, Samugheo.

—> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST

Come riporta La Repubblica il sit-in dei terremotati ha avuto inizio stamane con una serie di ‘striscioni’. “Rispettate il nostro dolore e le nostre promesse”, “Non molliamo”, “Arquata vive”, “Arquata non muore” le scritte su striscioni e cartelli. I manifestanti hanno portato un trattore, ma qualcuno ha collocato lungo la strada anche un tavolo con delle sedie. Sul luogo polizia, carabinieri e polizia municipale.

“Questo è un ultimatum al governo: o entro una settimana incontreremo a un tavolo il governo, i capigruppo di Camera e Senato e il commissario Vasco Errani oppure bloccheremo l’Italia: basta parole, vogliamo dei fatti.” è il messaggio che arriva dal presidio davanti a Montecitorio da alcuni comitati delle zone terremotate del centro Italia, tra cui ‘Quelli che il terremoto’ e ‘La terra trema noi no’. Tra le persone che protestano non c’è alcun sindaco.

samsung s8

Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8 Plus uscita Italia: offerte ricaricabili e abbonamento Vodafone, TIM, Wind e Tre Italia

Diretta Perugia – Vicenza dove vedere in tv e sul web gratis Serie B