in

Terrore a Londra, un soldato decapitato

Il Primo Ministro Britannico Davide Cameron ha confermato durante una conferenza stampa che ha tenuto a Parigi che si è trattato di un’attacco terroristico di fanatici musulmani.
Intorno alle 14.30, presso Woolwich, zona piuttosto cosmopolita di Londra, un uomo che indossava una maglietta con la scritta “help for heroes” è stato attaccato da alcuni persone che avevano coltelli ed una mannaia. La scritta si riferisce ad un’organizzazioni di soldati veterani che sono stati feriti in guerra ed è sostenuta dalla Regina e dal Governo Inglese.

Alcuni presenti hanno sentito in modo distinto il grido “Allah Akbar” ed hanno raccontato di aver visto alcune persone, sembra di origini Africane, saltar fuori da un’auto dopo aver investito l’uomo per poi colpirlo con ferocia con coltellate e colpi di mannaia.
Sembra addirittura che l’uomo sia stato decapitato, nonostante la polizia non ha confermato i racconti. Si sa però che due uomini sono stati catturati e feriti ed uno di essi versa in gravi condizioni. Al momento si troverebbero sotto sorveglianza in due ospedali di Londra.
Le notizie viaggiano rapide sui social network e su Twitter si è saputo che uno dei due uomini si chiamerebbe Mujahid, nome acquisito dopo una conversione dal cristianesimo all’Islam, e sarebbe Nigeriano.
Sembra che nonostante la folla, all’uomo sia stata mozzata la testa, ci sono foto del terribile agguato dove addirittura si vedrebbe un uomo di colore con le braccia insanguinate e la mannaia in mano in posa.

C’è molta preoccupazione all’interno del governo Inglese per quello che ha tutta l’aria di essere un’attacco allo stato compiuto da terroristi esaltati. Della vittima si sa poco o niente ma quasi certamente si trattava in effetti di un soldato.

Di seguito l’annuncio della BBC:


 

Photo Credit: Hani Amir via Compfight cc

federica sciarelli

Chi l’ha visto?: un nuovo testimone per il caso Roberta Ragusa

Stasera in diretta Tv: The voice of Italy e Servizio Pubblico