in ,

Terrorismo, 26enne espulso dall’Italia progettava attentati: nel mirino anche aeroporto Bergamo

Farooq Aftab, magazziniere 26enne di origini pakistane, residente a Vaprio d’Adda, nel Milanese, nei giorni scorsi è stato espulso dall’Italia perché progettava attentati. Pare che per raggiungere la Siria e arruolarsi con lo Stato Islamico, avesse effettuato una serie di ricerche on line di materiali jihadisti e mantenesse contatti con più persone come lui vicine all’ideologia estremista.

Il terribile sospetto delle forze di sicurezza italiane, si è fatto dunque concreto nelle parole di una nota del Viminale: “Dopo una serie di indagini da parte dei Carabinieri abbiamo accertato la sua adesione all’ideologia estremista e il suo inserimento in un circuito di utenti web dediti all’apologia dello Stato Islamico e delle sue attività terroristiche”.

Gli 007 italiani lo avrebbero infatti classificato come “aspirante combattente” dell’Isis, nel cui mirino pare vi fosse anche l’aeroporto di Bergamo, il terzo scalo d’Italia. Dalle indagini del Ros di Milano è emerso che il giovane aveva provato invano ad ottenere la cittadinanza italiana, e che dopo il rigetto della sua richiesta fosse diventato più aggressivo e progettasse di ‘colpire’ anche un’enoteca. Farooq Aftab era pronto al martirio e considerava gli attentati di Parigi una “legittima” reazione alle operazioni della Francia in Siria.

caso yara NEWS

Caso Yara, Massimo Bossetti lettera dal carcere: “Mi vergogno di essere italiano”

olimpiadi rio 2016, olimpiadi 2016, rio 2016, olimpiadi rio 2016 dieta atleti, olimpiadi rio 2016 cosa mangiano atleti,

Olimpiadi Rio 2016: cosa mangiano gli atleti azzurri