in ,

Terrorismo, algerino arrestato a Salerno: “Non sono un terrorista”

Continua a ripetere di non essere un terrorista e di non avere nulla a che fare con il fondamentalismo islamico né tantomeno con la falsificazione di documenti l’uomo di origini algerine che è stato arrestato in ieri in provincia di Salerno; nei confronti dell’uomo era stato emesso un mandato di cattura europeo in seguito a presunti collegamenti con i jihadisti coinvolti nelle stragi di Parigi e in quelle di Bruxelles.

Djamal Eddine Ouali, 39 anni, è stato arrestato dagli uomini della Digos di Salerno a Bellizzi, un comune di meno di 5000 abitanti; è stato accusato di essere coinvolto in un giro di documenti falsi che avrebbe permesso di cambiare identità tra gli altri anche a Najim Laachroui, kamikaze nell’aeroporto di Zaventem e Mohammed Belkaid, ucciso dalla polizia belga durante il blitz nel quartiere Forest.

Ouali non avrebbe parlato davanti agli inquirenti se non per chiedere informazioni sulla moglie incinta e per continuare a rigettare le accuse che pendono su di lui: “Non sono un terrorista, non so nulla di terrorismo e neppure di documenti falsi.” Il 39enne algerino comparirà davanti alla Corte d’Appello di Salerno che deciderà un’eventuale estradizione in Belgio il primo di aprile.

David Beckham papà

David Beckham figli: il calciatore su Instagram cuce abiti per le bambole

Cesena spinge moglie malata da dirupo

Foggia, suv perde carrello e travolge auto: muore una bambina di 10 anni