in ,

Terrorismo, Copasir lancia l’allarme: “Aumenta il rischio di infiltrazioni Isis tra i migranti”

Scatta un nuovo allarme terrorismo per l’Italia. A lanciarlo è il presidente del Copasir Giacomo Stucchi che ha analizzato lo scenario relativo ai jihadisti dopo la conquista di Sirte da parte delle forze di liberazione libiche ; la caduta del Califfato nella sua roccaforte in Libia infatti avrebbe aumentato il rischio della presenza di terroristi in fuga tra i migranti che sbarcano sulla nostra Penisola.

“A lungo è stato altamente improbabile, se non impossibile che lo Stato islamico facesse viaggiare suoi affiliati sui barconi, esponendo ai rischi oggettivamente alti della traversata uomini su cui aveva investito in tempo e soldi, oggi che la Libia è in uno stato di caos è più probabile” queste le parole di Stucchi riportate da Tgcom24, con il presidente del Copasir che poi cerca di spiegare nel dettaglio in che modo debba andar analizzata la minaccia: “Sono cani sciolti, gente allo sbando, che scappa – sottolinea Stucchi – poi si tratta di capire quali intenzioni ha chi dovesse davvero arrivare in questo modo: semplicemente far perdere le proprie tracce oppure voler continuare a ‘combattere’ in nome della propria causa?”

Stucchi cerca poi di abbassare i toni riguardo la presenza nel milanese di jihadisti libici, come sostenuto dalle prove ritrovate dalle forze militari libiche nei covi dei jihadisti: “La situazione è attentamente monitorata dalle nostre forze dell’ordine e dalla intelligence, ci sono state delle inchieste e altre sono in corso ma in diversi casi potrebbe anche trattarsi di elementi solo di passaggio.”

Alzheimer antidolorifico cura

Alzheimer: un antidolorifico è in grado di restituire la memoria, lo studio

scottature solari rimedi veloci naturali della nonna

Scottature solari: i 10 rimedi veloci, “della nonna” e naturali per alleviare il fastidio