in ,

Terrorismo, espulso imam di Andria arrestato perché sospettato di terrorismo

Il Ministero dell’Interno, attraverso il ministro Angelino Alfano ha fatto sapere che l’imam tunisino di Andria, arrestato lo scorso luglio perché sospettato di istigazione al terrorismo e poi scarcerato, è stato espulso. Il quarantanovenne era stato scarcerato dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato la sentenza precedente, rimandando alla Corte d’Assise di Bari la determinazione della sentenza.

“Il 15 luglio l’imam era stato scarcerato dopo che la Corte di Cassazione, annullando la precedente pronuncia limitatamente al reato di terrorismo, aveva dato mandato alla Corte d’Assise di Bari di rideterminare la pena per i reati di istigazione all’odio e alla violenza razziale” afferma il ministro Alfano, secondo quanto riportato da Tgcom24.

Con l’espulsione dell’imam di Andria, sale a quota 43 il numero degli espulsi in questo anno, 109 se si considerano i provvedimenti presi a partire dal 2015.

Seguici sul nostro canale Telegram

replica il segreto

Replica Il Segreto oggi 13 Agosto 2016: ecco dove vedere la puntata

Olimpiadi Rio 2016 tiro al volo, Gabriele Rossetti oro nello skeet: 16esima medaglia per l’Italia