in ,

Terrorismo, perquisizioni in Francia e Belgio: chiusa moschea, 2 fermi

Due persone sono state fermate in seguito a cinque perquisizioni delle forze speciali di polizia belga avvenute stamani a Bruxelles, nei quartieri di Saint-Josse-ten-Noode e di Moleenbek, covo dei terroristi jihadisti ideatori ed esecutori degli attentati di Parigi dello scorso 13 novembre.

Si tratterebbe di 2 individui, che presto saranno interrogati, accusati di essere fiancheggiatori di Mohamed Abrini e Ahmed Dahmani, complici del commando Isis che fa capo a Salah Abdeslam, terrorista in fuga e ricercato in tutta Europa. La Procura ha inoltre riferito che non ci sarebbero stati “incidenti specifici” e annunciato che manterrà la segretezza sull’operazione, di cui non fornirà altre informazioni sugli oggetti sequestrati né sull’identità dei fermati.

Intanto in Francia è stata disposta per la prima la chiusura di una moschea. La decisione, annunciata dal ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, è arrivata a seguito della perquisizione e successiva interdizione della Moschea di Lagny sur Marne, nel dipartimento di Seine-et-Marne, poco distante da Parigi, per la presunta “radicalizzazione” dei frequentatori del luogo di culto, la cui attività sarebbe anche collegata ad una scuola coranica sospettata di traffici illegali.

diabete vita metformina

Farmaco allunga-vita fino ai 120 anni: una ricerca rivoluzionaria che potrebbe cambiare tutto

marco-baldini 744x445

Marco Baldini: “Ho venduto il cellulare, era diventato un lusso”