in ,

Terzo trimestre di gravidanza: le cose da sapere

Il corpo cambia e con esso anche l’umore e le emozioni. Per vivere in serenità questi nove mesi è bene informarsi e confrontarsi con i medici. Ogni mese ci saranno dei cambiamenti più o meno evidenti e dovrai confrontarti con nuove esigenze. Oggi ci concentriamo sul terzo trimestre, il più importante: il bambino è in arrivo. 

Il terzo trimestre: come affrontare i cambiamenti

Il terzo trimestre comincia alla ventottesima settimana e termina alla quarantesima con il parto. 

Durante questo periodo, la pancia sarà più ampia poiché il bambino, la placenta, il liquido amniotico e l’utero aumenteranno di volume. Non solo, il feto comincerà a girarsi per posizionarsi correttamente a testa in giù.

Dato l’aumento di volume dell’utero, inoltre, vengono avvertirti cambiamenti anche nella respirazione. Il diaframma, infatti, risulta sollevato, dunque, inspirare ed espirare diventa leggermente più difficoltoso. Tuttavia questo fastidio tenderà ad alleviarsi con l’avvicinarsi del parto poiché la pancia tenderà a scendere verso il basso e dunque ad allentare la spinta sul diaframma.

Per ciò che concerne lo stomaco, questo sarà decisamente più compresso e quindi la digestione sarà più difficile: sono frequenti i bruciori di stomaco e fastidi. Per questa ragione, infatti, i medici consigliano di diminuire le dosi ma aumentare la frequenza dei pasti.

Questi non sono gli unici cambiamenti che si avvertono durante il terzo trimestre. Per via dell’ingrossamento dell’utero e la sua compressione sulla vescica probabilmente aumenterà la necessità di usare il bagno. 

Per ciò che concerne la schiena, si potranno avvertire dolori, soprattutto nell’area lombare poiché la pancia, con il suo peso, modifica il carico della colonna vertebrale incidendo dunque sull’equilibrio.

In questo momento scegliere un abbigliamento premaman giusto è importantissimo. C’è bisogno di tessuti naturale, comodità e alta qualità. In questo senso possiamo consigliarvi gli abiti premaman di Pietro Brunelli che riesce ad unire confort ed eleganza. 

 Infine durante il terzo trimestre, più in particolare durante le ultime settimane, vengono solitamente avvertire lievi dolori e contrazioni. Questo accade poiché il corpo si sta preparando al parto.

Come prepararsi all’arrivo di un bambino

Spesso, come futuro genitore ci si può sentire un po’ in ansia per l’arrivo del bambino. Per questa ragione è importante affrontare un percorso di coppia utile a valutare e a visionare quali saranno i cambiamenti. Il nuovo arrivato, infatti, modificherà o stravolgerà gli equilibri emotivi e fisici della coppia e della casa. Pertanto è bene affrontare insieme le visite e gli eventuali incontri organizzati per assistere le future mamme. Solo così sarete entrambi consapevoli e potrete affrontare con serenità l’arrivo del bambino. Sentirsi pronti è indubbiamente molto utile tuttavia non è possibile rendersi conto di ciò che realmente accadrà fino al giorno in cui non tornerete a casa con il nuovo nato.

Un consiglio utile potrebbe essere quello di preparare insieme la cameretta e condividere così l’attesa anche sotto questo punto di vista.

In conclusione, come avrai capito la gravidanza è un momento magico ma i momenti di difficoltà e le piccole problematiche colpiscono molte donne. Prepararsi al meglio con i giusti esami, riposando e preparando il tuo corpo al parto ti permetterà di vivere gli ultimi mesi più serenamente. Riposo alternato a lunghe passeggiate, definire gli ultimi dettagli della cameretta, acquistare pannolini e tutine e preparare la borsa con i tuoi effetti personali coinvolgendo il futuro papà ti consentiranno di rilassarti e godere degli ultimi giorni di questo momento speciale.

Amadeus e Giovanna si sono sposati: è arrivato il “sì” in chiesa

Valeria Marini, bagno nella Barcaccia: multa e Daspo per la showgirl