in ,

Tesla Supercharger prezzo, le tariffe per Model S, Model X e Model 3

Tesla Supercharger: tutto quello che dobbiamo sapere

Tesla Supercharger, finalmente arrivano nuovi aggiornamenti sulle auto elettriche e sulla loro durata. Ecco quello che dobbiamo sapere sulle nuove tariffe che entreranno in vigore da dopo il 15 gennaio 2017 per quanto concerne i Tesla Supercharger Model S, Model X e Model 3. 

—> TESLA SUPERCHARGER MODEL 3: COSA DOBBIAMO SAPERE 

Tesla Supercharger prezzo: ecco quali sono le tariffe dopo il 15 gennaio

Quali sono le tariffe di Tesla Supercharger a partire da dopo il 15 gennaio 2017? I nuovi clienti che acquisteranno una Tesla avranno 400 kWh di ricarica gratis offerti ogni anno, dopo i quali scatterà il rifornimento a pagamento. Elon Musk, CEO di Tesla, ha chiarito che per Tesla la ricarica non sarà mai una voce di profitto, ma i clienti pagheranno solo una partecipazione ai costi sostenuti. Nella giornata di oggi, attraverso un comunicato ufficiale, sono state rese note le tariffe che entreranno in vigore, e le varie modalità di pagamento.

—> TUTTO SUL MONDO DEI MOTORI 

Tesla Supercharger prezzo: ecco quanto costerà in Italia

Con Tesla Supercharger viaggiare da San Diego a Los Angeles costerà circa 15 dollari. In Europa, invece, secondo quanto riportato dal sito ufficiale di Tesla Supercharger, si potrà fare, ad esempio, Roma-Parigi con soli 60 euro di energia.

Il tariffario di Tesla Supercharger cambierà da Stato a stato: in ogni Paese, infatti, saranno applicate diverse tariffe, secondo i costi locali dell’energia elettrica e della modalità di concessione per l’erogazione della stessa.

Nello specifico, Tesla Supercharger in Italia avrà un prezzo di 0,25 cent al kWh. Negli Stati in cui è consentito l’energia verrà conteggiata in modo preciso, con i costi direttamente visibili sul display da 17″ in plancia.

Tesla Model 3

Tesla Supercharger prezzo: i costi negli altri Stati

In alcuni Paesi – come riporta il sito ufficiale di Tesla –  non è possibile far pagare l’energia al kWh, per cui Tesla adotterà una tariffa a minuti. Questa avrà però due scaglioni: il primo meno caro per cariche con potenze fino a 60 kW di potenza, e il secondo per potenze oltre i 60 kW.

Nei casi in cui due auto dividano lo stesso Supercharger avranno sempre addebitata la tariffa 1. I costi saranno consultabili anche online grazie alla creazione di un account personale, qualora il cliente abbia già superato la soglia gratuita. Tesla ha colto anche l’occasione per chiarire che i 400 kWh in dote, se non utilizzati, non si sommeranno a quelli del successivo anno, ma saranno persi.

In Germania, per esempio, il costo sarà di 0,34 euro per la ricarica sopra i 60 kW e di 17 quando il connettore lavorerà sotto la soglia. Ecco alcuni Paesi europei dove si pagherà a kWh:

Francia (0,20 euro), Austria (0,23), Spagna (0,24), Slovenia (0,21), Paesi Bassi (0,20), Svizzera (0,25 franchi svizzeri, pari a 0,23 euro). 

—> TESLA SUPERCHARGER: COSA DOBBIAMO SAPERE 

Tesla Supercharger: le tariffe del Model S, Model X e Model 3

Tesla, infine, sottolinea nuovamente come i 400 kWh offerti annualmente dovrebbero coprire la maggior parte del fabbisogno tipico dei possessori di una Model S o Model X. Infatti, secondo le stime di Tesla Supercharger 400 kWh corrispondono a circa 1000 miglia di viaggi in omaggio. La società, inoltre, specifica che non intende speculare da questo progetto. Tutto il reddito ricavato dalle ricariche a pagamento sarà reinvestito nell’ampliamento e nel miglioramento della rete dei Supercharger

Richard Madden fidanzata

Anticipazioni C’è posta per te seconda puntata 14 gennaio: ecco chi saranno gli ospiti

Uomini e Donne gossip: Rossella Intellicato senza veli fa impazzire il web