in

Texas, legge anti aborto: i medici potranno mentire sulla salute dei nascituri

Sembrerebbe una vera e propria proposta di legge anti aborto quella di cui giunge notizia dal Texas. Un disegno di legge che ha già scatenato parecchie polemiche e che, se dovesse essere convertito in legge, avrebbe ricadute molto serie. Si tratta di un testo presentato nello stato americano, già approvato dal Senato e che ora dovrà passare al vaglio della Texas House of Representatives, la camera bassa.

Nello specifico, la proposta presentata impedisce ai genitori di citare in giudizio quei medici che, pur a conoscenza della presenza di disabilità nel nascituro, non ne avessero dato pronta notizia ai genitori. Un meccanismo, dice il fronte della protesta, per scongiurare eventuali pratiche di aborto. Come del resto affermano gli stessi promotori del disegno di legge. Secondo il senatore repubblicano Brandon Creighton, la legge andrebbe a proteggere i bambini con disabilità e tutelare quei medici che verrebbero “penalizzati per aver accolto la sacralità della vita umana”.

Di tutt’altro parere Heather Busby, direttrice di Haral Texas, organizzazione attiva nella salvaguardia dei diritti delle donne. “Questa legge autorizza i medici a mentire ai propri pazienti. Si tratta di un tentativo velato di togliere alle donne un diritto costituzionale come quello all’aborto.” Un parere condiviso anche da alcuni avvocati americani, secondo i quali la legge riuscirebbe addirittura ad evitare di sottoporre i nascituri ai test pre-natali. Favorendo, così, le aziende sanitarie che si battono contro l’aborto.

photo credit: dMadPhoto Envoltorio de regalo. via photopin (license)

Seguici sul nostro canale Telegram

Uomini e Donne gossip: Giuseppe Giofrè risponde alle critiche dei fan di Claudio e Mario

studente italiano trovato morto

Studente italiano trovato cadavere a Valencia: ecco come è morto, svolta nelle indagini