in

The Voice of Italy 2, Suor Cristina pronta per la finalissima ma avverte: “Non penso alla vittoria”

Suor Cristina è ormai diventata uno dei fenomeni del momento, le sue esibizioni hanno fatto il botto su You Tube e la sua voce è arrivata perfino oltreoceano, dove ha ricevuto i complimenti entusiasti di celebrities come Whoopy Goldberg e Alicia Keys. E intanto si prepara per la finale di questa sera di The Voice of italy 2, che la vedrà protagonista incontrastata del palco insieme agli sfidanti Giacomo Voli, Giorgia Pino e Tommaso Pini mentre in molti la danno già per sicura vincitrice.

suor cristina scuccia the voice

Non penso alla vittoria, in realtà preferisco vivere l’incoscienza di questa cosa, così come mi sono presentata“, ha parlato così Suor Cristina in un’intervista riportata su TvBlog.it a poche ore dalla sfida finale, e non dimentica la sua missione e l’obiettivo della sua vita, ma ammette con candore: “Per me è stata un’esperienza bellissima, mi porterò sicuramente tanta ricchezza dall’incontro con ognuno di loro, coach compresi. stare in questo ambiente ha fatto arricchire loro come anche me“. J-Ax l’ha fortemente voluta fin dalle prime note, quando è stato il primo a voltarsi e l’unico a commuoversi per il talento indiscusso della suora: “J-Ax è una persona meravigliosa: si scusa sempre se gli capita di dire parolacce davanti a me, è molto attento a rispettarmi anche nella scelta delle canzoni“. E sul suo futuro, magari nel mondo della musica, non ha dubbi: “lo affido alle mani della Provvidenza, poi si vedrà“.

Su Suor Cristina si è abbattuta anche la mano dura della polemica e delle tante critiche che le sono piovute addosso, e le tante perplessità su una sua partecipazione forzata per favorire il programma. Ma la religiosa non ha dubbi: “Non so se sarei arrivata fin qui anche se non fossi una suora, chi può dirlo? Quel che è certo è che quando mi sono presentata alla Blind hanno sentito la voce, e su quello si sono basati perché erano di spalle quindi non potevano vedere l’abito che porto“. Ed ha concluso: “visto che Papa Francesco parla di un Vangelo di gioia, credo di essere sulla via giusta. È successo tutto questo perché fuori c’è sete di gioia, di un messaggio puro. Nessuno mi ha telefonato per tirarmi le orecchie, quindi tutto bene!

operata da morta a torre annunziata

Eutanasia: al Gemelli si può rinunciare alla ventilazione artificiale

mostra scultura Palazzo Te Mantova 2014

Dove Come Quando: le sculture surreali di Bertozzi & Casoni in mostra a Mantova dal 7 giugno 2014