in

The Voice of Italy, giovedì sera il debutto su Rai 2

Siamo nella settimana del debutto e a giovedì manca poco, The Voice of Italy, il nuovo talent show di Rai 2, è il programma più atteso della stagione e la Rai ci sta puntando molto da tutti i punti di vista tanto da promuoverlo con ogni mezzo.

  • In televisione gli spot sono passati su Rai2 e anche su Rai1 a partire dal periodo sanremese.
  • Servizio da parte del Tg1 dedicato al ritorno di Raffaella Carrà, firmato da Vincenzo Mollica.
  • Manifesti presenti nelle grandi città, cosa che accade in tutto il mondo.
  • Promozione nei contenitori domenicali, Raffaella Carrà e Riccardo Cocciante da Massimo Giletti a “Domenica In – L’Arena” su Rai 1 e Piero Pelù da Victoria Cabello a “Quelli che…” su Rai 2.
  • Accordo tra Rai e Deezer, società che offre musica on demand illimitatamente, gratuitamente e legalmente. La società ha stretto l’accordo con la Rai già dal Festival di Sanremo di quest’anno, dando così la possibilità al pubblico più giovane di poter ascoltare le canzoni eseguite durante le trasmissioni Rai, in questo caso cantate al talent.
  • Un numero dedicato al talent di Rai2 da parte del Radiocorriere
  • Presenza di innumerevoli link sulla home page del sito internet di Rai2, link che vanno dal sito ufficiale, ai backstage, alle news, alle biografie dei giudici Raffaella Carrà, Piero Pelù, Riccardo Cocciante e Noemi, del conduttore Fabio Troiano e della V-reporter Carolina Di Domenico.

La Rai non vuole sbagliare, ha rinunciato all’usato sicuro de “L’isola dei famosi” per mandare in onda il talent show che ha sbancato in tutto il mondo e lo fa usando tutti i mezzi. D’altronde hanno già commesso l’errore riproponendo un format vecchio e di scarso successo come Star academy” ma sopratutto quello di cedere “X Factor” a Sky che è riuscito a trasformarlo in una delle sue punte di diamante per quanto riguarda l’offerta d’intrattenimento.

Su The Voice of Italy ci stanno scommettendo tutti, dal direttore di Rai 2 Angelo Teodoli, al direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, che ha portato il format sulla seconda rete quand’era ancora a capo di Rai Intrattenimento, al direttore generale Luigi Gubitosi e soprattutto agli investitori della Sipra/Rai Pubblicità.

La concorrenza al giovedì sera è spietata, Mediaset schiererà su Canale 5 il film “Benvenuti al sud”, La7 manda in onda “Servizio pubblico” di Michele Santoro, ex titolare del giovedì sera di Rai 2, e inoltre ci sarà il fuoco amico di Rai 1 con la fiction Che Dio ci aiuti 2″ che ha superato i 7 milioni di telespettatori.

Si saprà solo venerdì mattina se la campagna pubblicitaria promossa dalla Rai sarà riuscita a far diventare un fenomeno anche qua in Italia il talent show ideato da John De Mol, che all’estero è riuscito ad affermarsi e a sbaragliare la concorrenza di X Factor in primis e di molti altri talent show. Chissà che non riesca a far tremare anche Maria De Filippi.

Seguici sul nostro canale Telegram

Il disturbo bipolare e il rischio di suicidio

Va tutto bene