in

Think for Social: Vodafone investe 1 milione di euro sulle vostre idee

Il 30 aprile è il termine per candidarsi a Think for Social, il bando da un milione di euro promosso da Fondazione Vodafone Italia. L’iniziativa è dedicata a  chi vuole fare della tecnologia un volano di sviluppo sociale sul territorio nazionale. Il motto di Think for Social è La tua idea. Il progresso di tutti, a dimostrazione del fine sociale che si prefissa la Fondazione Vodafone Italia.

La call di Think for Social è rivolta a studenti, dai licei alle università, alle organizzazioni non-profit, ai spin-off aziendali e alle associazioni temporanee di imprese. Fondazione Vodafone Italia mette a disposizione di queste entità 1 milione di euro per sviluppare risposte tecnologiche a bisogni sociali appartenenti a tre grandi aree tematiche: salute e benessere, cultura e istruzione e sostenibilità ambientale, agricoltura e alimentazione. L’iniziativa sarà un contest di più tappe, realizzato con PoliHub, incubatore del Politecnico di Milano, e sostenuto da Wired, il media partner del progetto.

Inizialmente saranno selezionati venti progetti meritevoli che accederanno a due giorni di confronto e mentorship nell’Innovation Weekend. In seguito, i candidati presenteranno i loro progetti per accedere alla seconda fase del bando, che si concluderà con la selezione dei dieci migliori progetti. I dieci rimasti in gara parteciperanno al programma di accelerazione di quattro mesi all’interno di PoliHub e potranno godere di un seed grant fino ad un massimo di 30 mila euro. Alla fine di questo lungo percorso i tre migliori progetti accederanno a un ulteriore step di finanziamenti dal valore di 700 mila euro al fine di far sviluppare e crescere l’idea. Think for Social, insomma, rappresenta una grandissima opportunità per coniugare progresso economico e progresso sociale. Per saperne di più basta visitare il sito.

Made In Sud 14 aprile

Programmi Tv oggi: Una grande famiglia 3 e la strada dei miracoli

Axel Springer Plug and Play start up

Start Up: Axel Springer Plug and Play cerca startupper italiani