in

Tiberio Timperi malattia: «Palpitazioni, vertigini, cefalea… Mi pesa la schiavitù della pasticca»

In una recente intervista ad Ok Salute e Benessere Tiberio Timperi, giornalista e conduttore tv, al timone quest’anno di Uno Mattina in famiglia, accanto a Monica Setta, ha parlato di un suo importante problema di salute. Il 55enne ha raccontato della sua ipertensione: «A 16 anni il dottore mi misura la pressione: è altissima! Da allora convivo con la mia pastiglia quotidiana. Tutto è cominciato mentre frequentavo la terza liceo. A una visita medico sportiva supero i 140 di massima. E il dottore sbianca. Prova che ti riprova, alla fine dei controlli il verdetto non lascia dubbi: devo curarmi. Inizia la mia vita sempre a stecchetto, succube delle analisi e dei diuretici», ha esordito.

Tiberio timperi

Tiberio Timperi malattia: «Palpitazioni, vertigini, cefalea… Mi pesa la schiavitù della pasticca»

Nel corso della chiacchierata Tiberio Timperi è poi sceso nel dettaglio«Di solito si associa la pressione alta con persone di una certa età. Io smonto il luogo comune. Ci convivo da quando avevo 16 anni, praticamente un bambino. Strano, eh? (…) Peraltro stavo benissimo, praticavo judo a livello agonistico e non avevo alcun sintomo. Un giorno, dalla palestra mi spediscono all’ambulatorio del dottore, è la classica visita di rito che tocca a tutti i ragazzetti impegnati in un’attività sportiva. (…) Lo strumento per misurare la pressione arteriosa segna di nuovo oltre 140 millimetri di mercurio. Ormai sono diventato un esperto di massima, minima, diastolica, sistolica. Allora la frase del dottore mi suonava come fosse arabo: ‘Sospetto un’ipertensione, meglio vederci chiaro e misurare a intervalli regolari come pompa il sangue il tuo cuore’».

Tiberio Timperi

«L’unica volta in vita mia che mi sono ubriacato è stata con i compagni di scuola, dopo la maturità!»

Forse qualcosa di ereditario? «Il verdetto, alla fine dei controlli, non lasciava dubbi. Ero davvero iperteso, tale e quale la mia mamma, che in più era anche diabetica. Una scoperta del genere, durante l’adolescenza, può essere un trauma. Io tutto sommato sono riuscito a non farne un dramma!», ha spiegato Tiberio Timperi. L’ipertensione ha non poche conseguenze, impone uno stile di vita particolare: «Devi bandire gli insaccati e i formaggi stagionati. Devi stare alla larga dal sale, evitare l’alcol e le sigarette. Per fortuna, però, non ho mai fumato né bevuto superalcolici. L’unica volta in vita mia che mi sono ubriacato è stata con i compagni di scuola, dopo la maturità!». Tiberio Timperi ha ammesso che la dieta da seguire non lo infastidisce più di tanto: «A tavola non è un problema. La cosa che mi pesa è la schiavitù della pasticca. Per tenere l’ipertensione a bada, il cardiologo mi ha prescritto un diuretico. Già, a un certo punto la dieta non è stata sufficiente e sono dovuto passare ai farmaci. Da qualche anno devo prendere mezza pillola al giorno, ogni mattina. Una seccatura: devi portarti dietro sempre il blister e se ti dimentichi di prendere la pastiglia è un guaio. Subito palpitazioni, vertigini, cefalea, stanchezza… Per non parlare dei rischi seri…».

Tiberio Timperi

«La separazione da mia moglie, dopo soli tre mesi dal matrimonio…»

Sul finale il 55enne ha voluto poi raccontare un aneddoto: «Può sembrare strano che un iperteso abbia scelto un mestiere ad alto tasso di tensione come quello del giornalista televisivo. Eppure, me la sono sempre cavata alla grande: nemmeno la più snervante delle dirette ha mai scombussolato i miei valori. C’è un solo episodio che ha mandato in tilt la mia pressione: la separazione da mia moglie, dopo soli tre mesi dal matrimonio!», ha confidato Timperi, che ha concluso amaramente: «È stata una catastrofe, uno stress senza pari. Mi sono venuti i capelli bianchi, sono dimagrito di colpo, ho iniziato a soffrire di disturbi del sonno. E ovviamente ho dovuto raddoppiare la razione di diuretico: da mezza pillola al giorno a una intera».

leggi anche l’articolo —> Tiberio Timperi al timone de “La vita in diretta”: «Io senza santi in paradiso o nelle segreterie di partito!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Karina Cascella Instagram

Karina Cascella Instagram, la spallina del body scivola sensualmente sul braccio: «Unica!»

juan luis uomini e donne

Uomini e Donne, Juan Luis Ciano corteggia Gemma per scommessa: la confessione degli amici