in ,

Tifone in Giappone: almeno 13 le vittime

Il tifone Wipha, il ventiseiesimo della stagione e il più potente degli ultimi dieci anni, questa mattina si è abbattuto anche su Tokyo e sulla piana del Kanto con pesanti piogge e forti venti.

fukushima

Sull’isola di Izu Oshima, località a forte vocazione turistica  120 chilometri a sud della capitale, le precipitazioni hanno raggiunto lo straordinario record di 122, 5 ml per ora. Qui si sono registrate le prime 13 vittime e una cinquantina di dispersi, ma autorità locali parlano di cifre più alte.
La tv pubblica Nhk ha trasmesso immagini da apocalisse, con decine di case andate distrutte. Hinani Uematsu, uno dei responsabili dell’amministrazione locale, ha dichiarato di non avere idea di quale possa essere l’entità dei danni.

Nel corso della giornata, il tifone Wipha – che ha raggiunto i 180 chilometri orari – dovrebbe essere riqualificato come ciclone extratropicale, dopo il passaggio sulla centrale nucleare di Fukushima, per poi raggiungere le acque dell’oceano Pacifico dove, secondo gli esperti della Japan Meteorological Agency, scaricherà la residua forza.
Intanto a Tokyo e nelle aree circostanti il passaggio del tifone ha bloccato il trasporto pubblico e oggi molte scuole rimarranno chiuse.
Una trentina di treni sono stati inoltre cancellati o sospesi per precauzione sulle linee Tohoku, Yamagata, Nagano e Tokaido Shinkansen. Japan Airlines e ANA hanno dovuto annullare circa 400 voli.

Seguici sul nostro canale Telegram

È in arrivo Ison, la cometa di Natale

Rodin a Milano: “il Marmo, la Vita” dal 17 ottobre 2013 fino al 26 gennaio 2014