in

Project Titan, iCar Apple: Cupertino e self-driving? Solo software per le auto

Tesla, Google e adesso anche Apple, il self-diving è il nuovo mercato di scontro tra le aziende californiane. Le indiscrezioni uscite qualche mese fa su diversi siti di news annunciavano l’inizio per Cupertino di un periodo di gestazione in cui valutare un possibile ingresso nell’automotive. I rumors non si sono affatto placati ed il Project Titan di Apple ha assunto contorni sempre più definiti. Ma dalle ultime news pare che il colosso californiano non abbia nessuna intenzione di essere un nuovo competitor nel mercato delle auto che si guidano da sole.

CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK DI URBAN TECH E RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

L’incredibile cambio di scenario arriva da una fonte, anonima ma affidabile, citata in un articolo di Bloomberg. Stando alle ultime indiscrezioni, Apple avrebbe deciso di compiere un passo indietro, ripensando il suo possibile ruolo nel mondo dell’auto che si guida da sola. Più profitti? Timore dei competitors più anziani? Valutazioni su una possibile segmentazione del mercato? Molti interrogativi che vedranno risposta solo analizzando i prossimi passi di Apple. Rimane quindi il fatto che l’azienda di Cupertino abbia virato verso la produzione di software per il self-driving.

Nessuna conferma, nessuna smentita e gli appassionati parlano già di silenzio assenso. Secondo i primi rumors, Tim Cook e i vertici dirigenziali hanno ripensato ad un possibile ruolo di Apple nel mercato a causa degli altissimi costi legati alla fornitura delle componenti. La deadline sul progetto sembra però fissata al 2017, anno in cui si traccerà la linea dei pro e dei contro.

Seguici sul nostro canale Telegram

Mario Monti referendum costituzionale

Referendum costituzionale 2016, Mario Monti si schiera: “Voterò no”

Dirotta su Cuba, il gran ritorno: “Oggi pensiamo solo alla musica, Sanremo? Chi lo sa” [INTERVISTA]