in ,

Titanic: venduta all’asta la lettera scritta da una sopravvissuta

Questo sabato è stata venduta, nel corso di un’asta alla Henry Aldridge & Son nel Wilshire, nel sud-est dell’Inghilterra, una lettera scritta da una passeggera del transatlantico britannico RSM Titanic il 14 aprile del 1912, prima di colpire un iceberg. Il Titanic, partito dal porto britannico di Southampton, aveva come destinazione New York, città nella quale non è mai arrivato perché è affondato il 15 aprile a sud di Terranova, in Canada. La missiva era stata scritta da Esther Hart, una delle poche sopravvissute, alla madre che risiedeva nella cittadina inglese di Chadwell Heath. La lettera non è mai stata recapitata alla signora. Titanic2

Esther Hart e la figlia Eva di sette anni sono state salvate dai soccorsi e quest’ultima è vissuta fino al 1996. La lettera ha il logo della bandiera della White Star Line, proprietaria del Titanic e adesso è stata messa in vendita per la seconda volta in accordo con la casa d’aste. La Hart, nella lettera, informava la madre che soffriva di mal di mare e non aveva potuto né mangiare né bere.  La figlia invece stava benissimo e nella notte della collisione, durante la festa danzante a bordo, si era scatenata ballando e cantando. Nell’affondamento del Titanic sono morti più di 1.500 persone delle 2.224 che erano a bordo. I resti del transatlantico, sommersi a 4.000 metri di profondità, sono stati rinvenuti soltanto nel 1985. Alla stessa asta di Henry Aldridge & Son, è stato venduto, per 87.000 sterline (105.000 euro) anche il menù della colazione della seconda classe del transatlantico.

 

 

Francesco I e Benedetto XVI

A Roma la storica giornata dei quattro Papi

un medico in famiglia 9

Un Medico in Famiglia 9: i segreti di Ave, Elena e Sara