in

Toccati dalle meduse? Ecco un metodo fai-da-te

Tra tutti abitanti del mare, le meduse fanno più paura perché da anni affollano le acque che bagnano la nostra bella Italia, ed facile trovarne anche a riva.

meduse

Tutti, più o meno, abbiamo avuto a che fare con questi inquietanti mostri marini dalle forme e dai colori, a volte, spettacolari. Ma anche dai micidiali tentacoli urticanti. E qualcuno ne conserva ancora il ricordo di un incontro ravvicinato, sul proprio corpo. Per fortuna le nostre meduse non attaccano. Si limitano a navigare sott’acqua facendosi, per lo più, trasportare dalla corrente.

Ma quando ci “strusciano” o peggio ci” avvolgono” la sensazione di dolore provata è terribile: come essere ustionati da ferri arroventati. Ed il dolore sembra non placarsi, anche dopo esserci divincolati dai tentacoli della bestia acquatica. Questo perché, la sostanza velenosa, penetrata nella pelle, continua a rimanere attiva negli strati subcutanei, per un po’ di tempo.

Cosa fare? Tante le soluzioni e qualche leggenda metropolitana (come quella di fare pipì sulla parte interessata): dall’ammoniaca ai rimedi della nonna o i più sofisticati prodotti farmaceutici. Nella maggior parte dei casi, invece, la cosa migliore da fare è esporre la parte colpita alla luce diretta del sole: la medusa (e anche il suo veleno) sono fotosensibili ovvero le sue cellule si distruggono con i raggi solari.

boccetta 5

Nel frattempo, per cercare di acquietare i dolori possiamo utilizzare qualche prodotto “lenitivo” sia di farmacia che fatto in casa, evitando di toccare la parte lesionata della pelle e fare tutte quelle cose che potrebbero, invece, favorire la diffusione della sostanza urticante alle zone vicine causando ulteriori dolori (tipo massaggiare la parte). Vi proponiamo questo rimedio artigianale, facile da preparare, ricorrendo ad una erboristeria possibilmente fornita.

È fatto da 1/3 di olio essenziale di Melaleuca alternifolia (Tea Tree) e 2/3 di olio essenziale di lavanda. Potete mettere il tutto in una piccola boccetta di vetro o plastica e portarvela appresso, nella borsa o in tasca, al mare, in montagna, ovunque. Infatti, questo unguento è utile in diverse situazioni, ad esempio, per disinfettare le ferite, le ustioni, gli ascessi e anche per lenire il dolore da medusa. Le uniche istruzioni sono quelle di lavare la parte interessata con acqua dolce e fresca ed applicare un abbondante quantitativo di questo olio. Dopo un po’ di tempo ripetere l’applicazione con l’olio fino a quando vi accorgerete che il dolore è scomparso.

E la serata con gli amici è salva!

Seguici sul nostro canale Telegram

Contradditorie le reazioni agli aerei “Forza Silvio”

Stasera in Tv: La Grande Storia e Mankind