in ,

Tony Drago ucciso in caserma? La straziante ricostruzione della sua morte

Tony Drago non si è suicidato: dopo che ieri i periti del Gip alla luce dei loro accertamenti hanno escluso categoricamente che il caporale siracusano trovato morto non si è suicidato, quella che prende corpo e che molto probabilmente porterà al rinvio a giudizio dei suoi otto commilitoni indagati, è la terribile ipotesi di omicidio. Quella che i genitori del militare hanno sempre ritenuto l’unica pista plausibile.

Tony Drago fu trovato senza vita sul piazzale della caserma Sabatini di Roma, dove prestava servizio, il 6 luglio del 2014. Non è caduto accidentalmente dalla finestra né si è buttato nel vuoto sua sponte: “Sulla base delle lesioni riscontrate sul corpo del militare siracusano, l’unica ricostruzione plausibile è l’ipotesi di omicidio con un’aggressione avvenuta in due tempi”. A riferirlo a MeridioNews è il legale della famiglia Drago, Dario Riccioli. 

>>> Tony Drago trovato morto in caserma: no suicidio, per i periti del Gip il militare è stato ucciso <<<

I due periti nominati dal Gip hanno dunque ricostruito l’unica possibile dinamica dei fatti: “Tony Drago quella mattina si trovata sul piazzale dove è stato ritrovato morto, vittima di vessazioni. In particolare, in quel momento lo stavano obbligando a fare flessioni. Mentre faceva questi esercizi, è stato colpito sulla schiena con una forza notevole e il colpo ha determinato le fratture nella zona vertebrale e nella zona costale e un enfisema polmonare”.

L’arma con la quale sarebbe stato eseguito il pestaggio mortale “un corpo piatto e largo, probabilmente un badile” o in alternativa, ipotizza il legale, qualcuno mentre faceva le flessioni gli si sarebbe buttato addosso violentemente, forse con le ginocchia, procurandogli gravi fratture alla schiena. 

Seguici sul nostro canale Telegram

Diretta Inter-Napoli

Consigli Fantacalcio 29a giornata Serie A: chi schierare in formazione secondo UrbanPost

ticket sanitario 2017

Ticket sanitario 2017: rivoluzione in arrivo, ecco come potrebbe cambiare e quanto costerà