in

Top 5: le 5 paure “tecnologiche”

Solitamente il termine fobia viene associato al panico generato da animali, aghi, sangue e da alcune situazioni ambientali. Sapevate che esistono anche delle fobie super tecnologiche? Recentemente, molti hanno iniziato ad affrontare l’argomento sul web nonostante queste paure non siano elencate nel DSM-5 (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fifth Edition). Anche se ancora non esiste una definizione ufficiale di queste paure, vi possiamo assicurare che esistono davvero. Il dottor Martin Antony, ricercatore e professore canadese, racconta al sito web Mashable: “Non vi è alcun dubbio! Molti individui, per vari motivi, hanno paura della tecnologia e in particolare dei gadget.” Il Dott. Marla Deibler, psicologo e direttore esecutivo presso il Centro di salute emotiva a Philadelphia afferma: “Nonostante esistano queste fobie, non dovremmo aspettarci diagnosi cliniche in qualsiasi momento. Nella letteratura scientifica si sono verificati pochi casi correlati a queste fobie e all’ansia scaturita da queste.”

Top 5: le 5 paure "tecnologiche"

Ecco l’elenco delle 5 fobie tecnologiche da approvare:

1: Tecnophobia: Paura della tecnologia

Questo termine è stato coniato per la prima volta nel periodo della rivoluzione industriale ma è in continua evoluzione. Un tecnofobo è un individuo o un gruppo di persone che soffre di “paura anormale o ansia per gli effetti della tecnologia.”

2. Nomophobia: la paura di rimanere senza un dispositivo mobile

Il termine, coniato nel 2008 dalle Poste inglesi è l’abbreviazione di No-Mobile. Deibler afferma: “Un recente dibattito ha messo in discussione che non poter utilizzare il cellulare potrebbe causare disagi. Spesso gli utenti quando perdono i contatti con il proprio dispositivo iniziano a porsi domande “what if” (cosa se).”

Questa fobia genera panico e ansia quando il telefono non è disponibile e include il terrore di non trovare il segnale, di esaurire la batteria o addirittura la paura di perdere il proprio dispositivo.

3. Cyberphobia: la paura dei computer

Sembra impossibile ma molti hanno paura di utilizzare i computer o del computer stesso. I sintomi della cyberphobia, una forma di tecnophobia, includono sentimenti ansiosi e paranoici nei confronti di tutto ciò che riguarda i computer. Come molte fobie, può manifestarsi in diverse forme. Le persone che soffrono di questa paure credono che i computer siano dannosi per la società e sono spesso attivi in movimenti sociali anti-tecnologici.

4. Telephonophobia: la paura dei telefoni

Questa paura non deve essere interpretata in senso stretto ma riguarda la paura di rispondere o ricevere chiamate. E’ simile alla glossophobia, la paura di parlare in pubblico. Questa paura causa iperventilazione o attacchi di panico.

Deibler dice: “Questa paura può essere meglio descritta come un disturbo di ansia sociale in quanto è legata all’essere criticati o apparire sciocchi.”

5. Selfiephobia: la paura di farsi foto

Questo termine ha iniziato a diffondersi su internet. Molte persone soffrono di questa paura perché non si reputano fotogeniche, altre credono invece che fare selfies sia un modo per attirare l’attenzione degli altri. Altre invece pensano sia superficiale scattarsi foto.

Minaj Beyoncé

Beyoncé e Nicki Minaj in Flawless remix: la dedica alla famosa rissa in ascensore

Anticipazioni Beautiful lunedì 4 agosto: Ridge vuole tornare con Brooke