in ,

Torino, neonata prematura salvata al Sant’Anna

Una complicata operazione è stata eseguita oggi al Sant’Anna e Regina Margherita di Torino: una neonata nata prematura e affetta da teratoma cistico è stata salvata da possibile morte per soffocamento.

La neonata, partorita con cesareo alla trentunesima settimana, era affetta da una grave forma di teratoma cistico di grande dimensioni collocato sul collo. I chirurghi si sono avvalsi della tecnica Exit (Ex Utero Intrapartum Treatment): hanno infatti estratto il feto solo parzialmente dall’utero materno così da poter praticare l’intubazione tracheale. Questa è l’unica tecnica che permette un accesso sicuro alle vie respiratorie fetali pur mantenendo l’ossigenazione tramite la circolazione utero-placentare.

Dopo aver asportato totalmente e con successo la massa, la neonata è stata ricoverata nel reparto rianimazione dove è stata sottoposta ad esame istologico che ha confermato la diagnosi prenatale. Attualmente, essendo trascorsi sei giorni dall’intervento, la bambina è stata spostata nel reparto di terapia intensiva neonatale del Sant’Anna. La neonata gode ora di buone condizioni: respira autonomamente e si alimenta con regolarità.

Autobomba a Kabul, aggiornamenti: sale a 15 il numero delle vittime, colpito anche l’ospedale di Emergency

due morti accertati frana in cadore

Cronaca, Frana di Cadore: Identificate le vittime