in ,

Torino, petizione contro il Museo Cesare Lombroso: su Change.org raccolte oltre 8000 firme, è giusto chiudere il Museo?

Continua la battaglia contro il Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” di Torino: il Comitato No Lombroso ha indetto, sulla piattaforma online “Change.org”, una petizione che in pochi giorni ha ottenuto quasi 10mila firme.

Le prime polemiche contro il Museo risalgono al 2001 quando ne venne deciso l’allestimento all’interno del Palazzo di Istituti Anatomici in Via Giuria, a Torino: una battaglia che ha visto l’apice nel 2009 con sfilate per le vie della città per dire no al Museo di Antropologia Criminale Cesare Lombroso. “Il Museo ‘Cesare Lombroso’, si trova a Torino ed è un omaggio della città a questo pseudo-scienziato che teorizzò l’inferiorità dei meridionali rispetto ai settentrionali.” si legge nella petizione indirizzata al Sindaco di Torino, Piero Fassino, e al Direttore Scientifico del Museo, Silvano Montaldo. Ma chi era davvero Cesare Lombroso? In poche parole si potrebbe definire come il fondatore dell’Antropologia Criminale ma è stato anche giurista, criminologo e medico. Un uomo controverso al quale, seppur padre di teorie oramai superate e scientificamente errate, si deve oggettivamente attribuire il primo approccio sistematico allo studio della criminalità. Oggi possiamo infatti definire la teoria lombrosiana come pseudo scientifica poichè, nonostante l’approccio scientifico dello studio, è stato dimostrato come le caratteristiche fisiche non influiscano sul comportamento degli individui.

Il Museo di Antropologia Criminale raccoglie calchi in cera, resti umani, manufatti di donne e uomini carcerati, armi e corpi del reato: sul sito ufficiale, però, si legge “Il nuovo allestimento vuole fornire al visitatore gli strumenti concettuali per comprendere come e perché questo personaggio così controverso formulò la teoria dell’atavismo criminale e quali furono gli errori di metodo scientifico che lo portarono a fondare una scienza poi risultata errata.”. Le intenzioni del museo, insomma, sembrano essere puramente storiche nonostante per tanti il Museo di Antropologia Criminale di Torino rappresenti un pezzo di storia da cancellare, una vera e propria “fossa comune dei briganti”.

 

 

Pensioni 2017, pensioni anticipate, Cesare damiano lancia un appello a Matteo Renzi e a Paolo Gentiloni

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Opzione Donna, esodati e precoci, Cesare Damiano sostiene i sindacati

Capelli corti 2015 tendenze, rasatura donna, rasatura capelli

Capelli corti 2015 tendenze, la rasatura è sempre più donna