in

Torino, rifugiati all’ex Villaggio Olimpico: sono 3 le palazzine occupate

In questi ultimi giorni a Torino sono salite a tre le palazzine dell’ex Villaggio Olimpico occupato a scopo abitativo dai rifugiati che il mese scorso avevano visto terminata l’assistenza garantita dal progetto “Emergenza Nordafrica”. I rifugiati seguiti sul territorio del capoluogo piemontese e provincia erano più di 700 e il loro esodo si sta rivelando drammatico: qualcuno usufruisce delle organizzazioni assistenziali e caritatevoli e molti di loro si sono spinti verso altri Paesi europei alla ricerca di un impiego.

rifugiati torino

Di questi, la maggior parte viene rispedita ogni giorno in Italia: con il titolo di rifugiati, infatti, non è possibile espatriare. Disperati e senza un tetto, un numero che ormai si fa consistente si è impossessato degli edifici costruiti in occasione delle Olimpiadi invernali del 2006. Questo complesso è abbandonato e inizia a mostrare i primi segni di fatiscenza. Alcuni torinesi hanno espresso la loro solidarietà ed è stata lanciata una campagna per la raccolta di beni di prima necessità, come materassi, coperte e alimenti.

Ma senza una prospettiva e un progetto di recupero, cosa ne sarà dei rifugiati dell’Emergenza Nordafrica? Altre esperienze cittadine con centinaia di ragazzi somali suggeriscono il pericolo dell’abbandono degli stessi in una condizione inaccettabile per le norme europee e internazionali rispetto alla condizione di rifugiato politico. Ancora ad oggi si aspetta una risposta da parte delle istituzioni.

Written by Ezio Sandreo

Tra Torino e cintura, vive la sua vita da studente universitario, cameriere e torinista per tradizione. Appassionato di politica e attualità, è sempre attento al mondo che lo circonda e al quale prova a dare una spiegazione, scavando sempre più a fondo. La sua passione per il giornalismo lo ha portato a conoscere UrbanPost, di cui è collaboratore.

Salone del Mobile 2013 a Milano: biglietti ed espositori

Piazza Affari apre positiva con Spread Btp Bund sotto i 310 punti