in ,

Torino, treno regionale preso d’assalto da una baby-gang: “Un incubo”

Una Pasqua trascorsa sul treno regionale che collega Torino con Ventimiglia. Centinaia di passeggeri e turisti bloccati da una bravata di 60 ragazzini, nordafricani e italiani, saliti a Finale che hanno fatto quel che hanno voluto sul treno regionale. A raccontarlo, ai microfoni de La Stampa, è Simona, una studentessa di 24 anni che ha avuto 5 ore di ritardo sulla tabella di marcia. A Torino, infatti, è arrivata alle nove di sera.  “L’incubo è iniziato quando siamo arrivati a Finale. Qui è salito un gruppo di giovani. Erano tantissimi, penso nordafricani, credo tutti minorenni. Con loro c’erano delle ragazze italiane. Erano ubriache. Continuavano a spostarsi tra gli scompartimenti. Si chiudevano nei bagni, immagino per non farsi trovare dal controllore.”

Leggi anche: Sciopero casellanti in Autostrada

Un ragazzo, sul regionale Ventimiglia-Torino, ha messo le mani al collo a una ragazza. Quest’ultima ha iniziato a urlare. Una coppia di passeggeri ha deciso di chiamare il capotreno: “Ci siamo fermati alla stazione di Cengio – racconta Simona  – Lì c’erano i carabinieri e hanno fatto scendere il gruppo. Sono arrivate le ambulanze. Tre ragazze sono state trattenute: avranno avuto 14 anni. Ho visto i militari che al telefono cercavano di mettersi in contatto con i genitori.” Ma non è finita qui, perché il lungo viaggio con la baby-gang a bordo è proseguito. “Alla fine non gli hanno fatto nemmeno una multa. E questi hanno trascorso il resto del viaggio a prendere in giro tutti gli altri passeggeri. Dicevano: visto? Non ci possono fare niente.”

Leggi anche le ultime notizie di cronaca con UrbanPost

Danni oggettivi anche alla locomotiva: il treno regionale, infatti, ha adesso i sedili squarciati con il coltello. Danni, tra l’altro, confermati da RFI. Ma la baby-gang pagherà? Simona non è così sicura: “Sono scesa e ho lasciato la stazione tra cordoni di poliziotti. Ma ho visto con i miei occhi un sacco di quei ragazzi che scappavano, correndo in mezzo ai binari. Insomma, credo che la maggior parte di loro, dopo tutto quello che ha combinato, l’abbia fatta franca.”
 

18 aprile 2002, incidente aereo al Grattacielo Pirelli: un mistero che dura da 15 anni

coachella 2017 outfit, coachella 2017 protagonisti, coachella 2017 chiara ferragni, coachella 2017 alessandra ambrosio, coachella 2017 kylie jenner,

Coachella 2017 outfit: da Chiara Ferragni a Kylie Jenner, ecco il festival dell’eccesso [FOTO]