in ,

Torino: uccide la moglie “perché spendeva troppo”, poi chiama i Carabinieri

Torino: un uomo di 64 anni, Angelo Visiciglia, disoccupato originario della Calabria con qualche precedente penale alle spalle, ieri 28 marzo dopo le 18, ha ucciso la moglie nella loro casa sita in via Poirino a Pinerolo, poi ha chiamato i Carabinieri confessando il delitto.

“Venite, ho ucciso mia moglie”, ha detto l’uomo alle forze dell’ordine, che subito precipitatesi sul posto hanno rinvenuto il cadavere della donna, Battistina Russo di 52 anni, e hanno tratto in arresto il killer. La coppia aveva un figlio, ma al momento del delitto i coniugi erano soli in casa.

“L’ho uccisa perché spendeva troppo e mi lasciava sempre solo”, avrebbe poi dichiarato l’uxoricida ai militari che lo arrestavano. Sembra che il delitto sia maturato al culmine dell’ennesima lite: la vittima è stata ritrovata esanime in una pozza di sangue in cucina. Aveva plurime ferite dia arma da taglio sul volto e sul collo. A scatenare le continue liti i problemi economici, secondo quanto trapelato.  L’assassino reo confesso non lavorava e nemmeno il figlio. L’unico sostentamento i coniugi lo traevano dallo stipendio guadagnato dalla donna uccisa, che lavorava come collaboratrice domestica.

Probabili formazioni Serie A 38a giornata

Probabili formazioni Serie A 30a giornata: aggiornamenti e ultime notizie dai campi

Pasqua 2017: eventi nel verde e gite fuori porta

Pasqua 2017: dove andare in Italia? Idee di viaggio nel verde, gite fuori porta e treni storici