in ,

Toscana, il presidente Rossi pubblica foto con famiglia rom ed esplode la polemica

Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi pubblica sul proprio profilo Facebook una foto a fianco di una famiglia rom e scoppiano le polemiche. “Vi presento i mie vicini– scrive Rossi a commento dell’immagine- siamo sul marciapiede davanti alle nostre case. Da sinistra Cassandra, Andra, Verdiata e Francesco con in braccio la piccola Narcisa. Accanto a me a sinistra Robert, il papà di Narcisa, e Dragos a destra, suo cugino. Papina, Papusa in ginocchio e Nadia in piedi, la mamma di Narcisa. L’ultima a destra è Dana, la moglie di Dano che ride dietro l’obiettivo e scatta questa bella foto di domenica pomeriggio a Firenze”.

Nel giro di poche ore (la foto è di ieri) migliaia di persone si scagliano contro il governatorefalso buonista e populista” (come se le parole “falso” e “buonista”, una volta messe accanto non costituiscano un agghiacciante ossimoro) e contro i rom, accusandoli di “venire a rubare in Italia”, postando foto di ville rumene “costruite coi nostri soldi” e link di conosciutissime bufale e augurando ogni tipo di sciagura a tutti gli esseri umani ritratti nella foto. Già, perché prima di tutto di esseri umani si tratta, cosa che- evidentemente- gli oltre tremila commentatori si sono dimenticati. In secondo luogo, i “veri italiani” dimostrano una grande ignoranza facendo un improbabile fritto misto tra rom, rumeni e Romania (come se fosse tutto un unico calderone di schifezze) e ignorando il fatto che la maggior parte delle persone di etnia rom sono nate in Italia e non vengono da altri paesi.

Molti commentatori provano a mettere un po’ di ordine, ma inutilmente. La Lega e Salvini (ma anche l’assenza di politiche di integrazione di tanti scellerati amministratori) hanno evidentemente fatto il loro lavoro, e non basta che in tante trasmissioni tv si mostri come, ad esempio, la maggior parte della merce in vendita nei mercati a cielo aperto allestiti dai rom di Roma o di Napoli sia felicemente comprata da italiani. “Stai sfidando il razzista che è dentro tutti noi, verso gli zingari anche i cosi detti benpensanti proferiscono cose inimmaginabili. Grazie della lezione” scrive qualcuno, e in tanti prendono le giuste difese di una famiglia come tante, fatta di uomini e di donne. “Non tutti gli italiani sono mafiosi. Non tutti i rom sono ladri” è la risposta del Presidente Rossi, ma è evidente quanta strada ci sia ancora da fare.

Pensioni donna novità Inps

Riforma Pensioni 2015, novità Inps: donne in pensione a 57 anni

pretty little liars

Anticipazioni Pretty Little Liars: 1×05 “La realtà mi morde”